In evidenza Candellone, Cucchietti, Oukhadda e pure Giraudo, nonostante il basso impiego

Filippo BERARDI (Monopoli – Serie C – 8 presenze – 1 gol – 423 minuti giocati). Partito titolare e confermato nella nazionale maggiore di San Marino, non ha potuto esprimersi al meglio per via di un infortunio che sta smaltendo solamente adesso.

Karlo BUTIC (Ternana – Serie C – 10 presenze – 125 minuti giocati). A dispetto delle dieci partite giocate, l’asso più atteso del vivaio granata è stato centellinato al limite dell’utilizzo. Il Toro non ci sta e lo porterà via dalla Ternana per offrigli spazio da altre parti.

Leonardo CANDELLONE (Pordenone – Serie C – 21 presenze – 7 gol – 1850 minuti giocati). Crescita importante per chi, oltre all’utilità in campo, ha dimostrato anche di vedere la porta. E si sta imponendo in chi sta dominando la stagione in campionato.

Lorenzo CARISSONI (Carrarese – Serie C – 17 presenze – 1159 minuti giocati). Tra i toscani è un titolare inamovibile, ottimo nella fase difensiva, deve migliorare in quella offensiva e intanto la Carrarese è squadra di alto livello.

Domenico COPPOLA (Cuneo – Serie C – nessuna presenza). Nel Cuneo non viene mai impiegato e non sempre è convocato. Il Torino è intenzionato a trovargli una sistemazione diversa, dove possa farsi vedere.

Tommaso CUCCHIETTI (Alessandria – Serie C – 20 presenze – 24 reti subite – 1800 minuti giocati). Convinto, come noi, che fosse finito in un club di vertice, deve invece fare gli straordinari confermando quanto di ottimo fatto vedere un anno fa. Merita un livello differente.

Manuel DE LUCA (Alessandria – Serie C – 20 presenze – 6 gol – 1388 minuti giocati). Quasi sempre tra i migliori in campo per impegno e impegno, non riesce a trovare la continuità in zona gol (ne segna comunque cinque in campionato), ma anche per i quotidiani locali è un ottimo prospetto e va ancora coltivato.

Antonio D’ALENA (Renate – Serie C – 3 presenze – 48 minuti giocati). Neppure il tempo di provare a mettersi in mostra ed ecco l’infortunio, brutto, che gli ha bloccato tutta la stagione. Lo aspettiamo con ansia per il finale e per la prossima con il Torino Under 23.

Alessandro FIORDALISO (Teramo – Serie C – 16 presenze – 1 rete – 1374 minuti giocati). Si toglie la soddisfazione di segnare un gol, peraltro bellissimo, il primo tra i professionisti. Per il resto giocatore diligente, partito tardi ma poi praticamente sempre titolare.

Federico GIRAUDO (Ternana – Serie C – 12 presenze – 523 minuti giocati). Patisce l’incomprensibile scelta fatta anche per Butic e gioca poco, ma sfrutta al meglio un’assenza di un compagno per imporsi e divenire titolare, fornendo prestazioni sopra la norma. Può meritare la B già adesso.

Shady OUKHADDA (Albissola – Serie C – 21 presenze – 1464 minuti giocati). Non ha ancora segnato, ma con prestazioni spessissimo di alto livello sta attirando forti interessi dalla B verso di lui, ed al primo anno non è poca roba.

Gianluca PICCOLI (Giana Erminio – Serie C – 18 presenze – 1 gol – 719 minuti giocati). Alla terza stagione in C non riesce ancora a trovare la continuità da titolare, nonostante metta insieme 18 presenze e dimostri sempre di essere utile quando subentra nella ripresa.

Matteo PROCOPIO (Alto Adige – Serie C – 10 presenze – 344 minuti giocati). Lo scorso anno un bruttissimo infortunio quando pareva potersi imporre in B, non si è ancora ripreso anche se ultimamente riesce a ritagliarsi più spazio, vedremo nel ritorno.

Matteo ROSSETTI (Renate – Serie C – 17 presenze – 863 minuti giocati). A sorpresa riesce a trovare un posto da titolare per buona parte dell’andata, poi il crollo nelle ultime quattro, per un calo fisico. Vedremo cosa riuscirà a fare alla ripresa.

Andrea ZACCAGNO (Pro Piacenza – Serie C – 9 presenze – 14 reti subite – 810 minuti giocati). Comincia fuori e diventa titolare, poi perde il posto con l’arrivo di Maspero ma la motivazione non è il tecnico, e li rescinde come tanti per problemi economici societari.