Fuori luogo le parole di Inzaghi, Tare (che neanche c’era), Lotito e stampa biancoceleste

Quando si analizza una partita occorre essere obiettivi e critici nel modo giusto senza incorrere nel patetico. Esattamente come quando imploravamo il Toro si smettere di lamentarsi degli arbitri quando non era affatto necessario, non che non ci siano stati errori incredibili contro la formazione granata durante la stagione, occorre esserlo anche con l’ultima avversaria, la Lazio, che a detta di allenatore (meno male che lui non parla degli arbitri), vari dirigenti e giocatori ieri avrebbe perso due punti per colpa, a detta loro, di una sciagurata gestione arbitrale. Sfiora addirittura il ridicolo l’affermazione di Inzaghi che parla di mancata vittoria, addirittura meritata.

Analizzando l’incontro, l’unico vero tiro in porta dei biancocelesti coincide con la rete, peraltro bellissima, di Milinkovic-Savic, perché, che a Inzaghi piaccia o meno, il pareggio è giunto solamente su un’invenzione di un suo giocatore mentre tatticamente la gara l’ha persa sotto ogni aspetto. Il Toro ha centrato invece due legni a portiere battuto, si è divorato il 2-0 a porta vuota che avrebbe chiuso la partita e ha lasciato per strada almeno due ripartenze in forte superiorità numerica. Più equilibrato dire che il pareggio potesse essere giusto, ma asserire addirittura che la Lazio avrebbe meritato di vincere è un’assurdità inverosimile.

Ci sarebbe poi da dire qualcosa anche sugli episodi: il rigore c’era, è stato rivisto e giudicato tale, forse la prossima volta il suo difensore le braccia, entrambe, le metterà dietro al corpo. Riguardo ai due rigori negati da Irrati, che pure la stampa locale definisce identici, non lo sono affatto, e pareva pure solare come biancocelesti si tuffassero ripetutamente e poco sportivamente ogni qualvolta entravano nell’area di rigore del Torino. Discutiamo pure del mancato rosso a Izzo: ci poteva senz’altro stare, ma Irrati ha anche sorvolato più volte, non una, su Luis Felipe, che sarebbe stato cacciato anche prima, dimostrando equità di giudizio. Il Toro ruba, e da quando?