DeAngelis-Toro-Primavera
La Primavera di Coppitelli fa faville e molti giovanotti meritano l’inserimento graduale in prima squadra

Si avvicina Gennaio e nella finestra di mercato invernale, il Torino avrà, stando alle idee di mister Mazzarri confermate dal Presidente Cairo, la necessità di sfoltire la rosa attualmente a disposizione.
Ci sono dei giocatori e del potenziale di valore che ad oggi viene tenuto in naftalina e dunque è giusto che alcuni di questi possano migrare altrove, in prestito chiaramente, in squadre che possano dargli fiducia e giocare con continuità.
I nomi sono noti, vanno da Bremer a Lyanco, fino ad arrivare a Lukic e Edera, ma persino Damascan.
Una rosa più snella ed uno zoccolo duro su cui puntare fino alla fine della stagione al netto di eventuali assenze per squalifiche e/o infortuni.
A quel punto, sarebbe secondo noi utile aumentare periodicamente la sinergia tra la prima squadra di Mazzarri e la Primavera di Federico Coppitelli.
Prima del Derby contro la Juve azzardammo un articolo chiedendo a gran voce di portare Millico in prima squadra. Fu quasi una sorta di provocazione, certo che con il senno del poi, con l’infortunio di Iago Falque e la prova incolore di Zaza ……
Ma l’argomento resta vivo, con tutti i contorni verbali annessi e connessi di discussione, sul fatto che un giovane va dosato, deve farsi le ossa, rischia di bruciarsi.
Tutto vero e siamo in parte d’accordo, ma crediamo sia anche giusto, tornando indietro nel tempo nelle vecchi tradizioni granata che si plasmarono all’interno del vecchio Filadelfia, che i giovanissimi debbano respirare un po’ l’aria dei grandi per rubarne il mestiere, per crescere, copiare, sull’onda dell’entusiasmo che è la benzina migliore per un giovane rampante.
La Primavera di Mister Coppitelli ha un potenziale enorme da sfruttare e ragazzi che hanno la personalità per fare il grande salto, perché andare nei campionati minori a farsi le cosiddette ossa non è sempre la soluzione migliorie.

Non pretendiamo che vengano gettati allo sbaraglio, questo no, ma ragazzi come Ferigra, Millico, Rauti, Adopo, De Angelis e altri, meritano a turno il premio e l’emozione di cominciare a respirare la prima squadra.
Voi che ne pensate?

—————————————-

[Nella foto De Angelis – Dal sito ufficiale del Torino FC – www.torinofc.it]