Martinez-esulta
L’ex attaccante del Torino, Josef Martinez, è stato eletto miglior giocatore della MLS. Per lui 31 reti in 34 gare stagionali con l’Atlanta United.

Annata da incorniciare per Josef Martinez. L’attaccante dell’Atlanta United ha infatti vinto il premio di MVP [Most Valuable Player = il riconoscimento assegnato al miglior atleta di una squadra, di un campionato oppure di un singolo incontro] di questa stagione in MLS, diventando il primo venezuelano della storia a raggiungere questo importante traguardo.

Dopo due anni e mezzo incolori trascorsi in Italia nelle fila del Torino il classe ’93 natio di Valencia ha trovato la sua giusta dimensione da quando è volato nel 2017 negli Stati Uniti, dove in questa stagione è riuscito a battere ogni record di marcature, realizzando 31 reti in 34 partite stagionali.

Un bottino di goal che gli ha permesso di convincere i votanti ad assegnargli il titolo di ‘Miglior giocatore della stagione’, battendo anche due colossi del calibro di Zlatan Ibrahimovic e Wayne Rooney. Lo svedese, arrivato ai Los Angeles Galaxy lo scorso marzo si è dovuto accontentare infatti del terzo gradino del podio, alle spalle di un altro gioiello dell’Atlanta United, Miguel Almiron.

Solo quarto posto invece per Wayne Rooney, con Carlos Vela a completare la top-five.

MVP della stagione e miglior marcatore del campionato, Martinez si prepara ora a coronare la sua annata d’oro portando l’Atletico United alla vittoria del titolo MLS. Il club allenato dal Tata Martino sarà infatti impegnato domenica 9 Dicembre nella MLS Cup Final contro i Portland Timbers.

Martinez: “Un ritorno in Europa? Sto bene qui in MLS”

 Josef Martinez, attaccante venezuelano dell’Atlanta United e recordman in MLS nel 2018 con 31 gol, ha parlato al sito ufficiale della Federazione rispondendo anche alle domande su un possibile ritorno in Europa:

“Sono felice qui, mi sento come se fossi a casa. Ed è per questo che appena ho l’occasione ringrazio sempre tutti coloro che mi hanno voluto. Ribadisco quello che ho detto già più volte: finché mi vorranno in squadra, io resterò più che volentieri”, ha sottolineato l’ex giocatore del Torino.