Sauro-Tomà
Sauro-Tomà
Auguri a Sauro Tomà che oggi avrebbe compiuto 93 anni

Oggi ricordiamo il compleanno dell’unico giocatore del Grande Torino sopravvissuto alla tragedia di Superga: Sauro Tomà, che oggi avrebbe compiuto 93 anni.

Nato a La Spezia il 4 Dicembre del 1925, al Torino dal 1947 al 1950, in totale 40 presenze per lui con la maglia granata. Nel suo palmarès, due Scudetti col Grande Torino.

Nella storia incredibile ed inimitabile del Toro, Sauro occupa un posto particolare ed unico.

Acquistato dallo Spezia dal presidente Novo, che vide in lui un jolly difensivo di qualità in grado di sostituire sia Virgilio Maroso che Mario Rigamonti: infatti, Tomà sapeva disimpegnarsi bene un po’ i tutti i ruoli difensivi, con un’ottima tecnica e dotato di un perfetto colpo di testa.

Nella prima stagione, complice un infortunio a Maroso, si mette subito in luce, confermando le sue doti e collezionando 24 presenze. Nel secondo anno in granata, un brutto infortunio gli arresta la carriera, ma il ginocchio malato lo salva dalla tragedia, impedendogli di seguire i compagni a Lisbona.

Da Superga in poi, però, Sauro è un altro uomo e un altro giocatore, troppo forti sono i rimpianti, i sensi di colpa e la nostalgia.

Chiusa l’esperienza al Torino nel 1950, disputa ancora una stagione col Brescia e  tre col Bari, prima di ritirarsi dal calcio giocato nel 1955, logorato da molti infortuni.

Successivamente, Tomà diventa il testimone vivente, sincero e sempre commosso, delle imprese degli Invincibili, che ricordava e raccontava con affetto struggente, con libri e testimonianze.

Il 10 Aprile scorso ci ha lasciato dopo una lunga malattia.

Tanti carissimi auguri grande Sauro, ora in cielo con i suoi compagni del GRANDE TORINO !

L'articolo il 4 dicembre del 1925 nasce Sauro Tomà proviene da Noi Granata.