Bologna-Torino_2-2
Il punto sulla nona giornata di campionato

Il Torino lascia per strada due punti importantissimi, tornando da Bologna con un 2-2 che consiste in un bicchiere mezzo (se non totalmente) vuoto. Avanti per 2-0 (reti di Iago Falque al 13′ e di Baselli al 54′), i granata incappano nelle solite amnesie difensive già emerse nella partita col Frosinone, facendosi rimontare: a differenza del confronto con i ciociari, questa volta il guizzo del nuovo vantaggio non arriva, sicché si torna dall’Emilia col rammarico per i due punti persi per strada. Ed è un vero peccato, perché in caso di successo i granata sarebbero balzati al quinto posto, a quota 15 (in attesa dell’esito del posticipo di stasera tra Sampdoria e Sassuolo). Invece, si resta in piena bagarre, con 13 punti, a -1 dalla “zona Europa League”, cioè da Sampdoria, Fiorentina e Roma. Fiorentina e Roma che non se la passano molto meglio del Torino, con i viola bloccati in casa sull’1-1 dal Cagliari e i capitolini addirittura sconfitti (0-2) nell’Urbe dalla rediviva SPAL, tornata al successo dopo quattro sconfitte consecutive. Mentre la Roma giallo-rossa piange, quella bianco-azzurra ride: la Lazio, infatti, passa per 2-0 sul campo dell’ostico Parma, issandosi al quarto posto (a quota 18) ad una sola lunghezza dal’Inter, confermatasi terza forza del campionato piegando per 1-0 il Milan nei minuti di recupero (decisivo un guizzo di Icardi al 92′). In coda, pirotecnico pareggio 3-3 tra Frosinone ed Empoli (con i ciociari ancora a secco di vittorie e gli empolesi che mancano dal successo addirittura dalla prima giornata), mentre inizia nel peggiore dei modi l’avventura di Ventura al Chievo: sconfitta casalinga 1-5 al cospetto dell’Atalanta (che non assaporava i tre punti dal 4-0 rifilato al Frosinone alla prima giornata) e clivensi ancora fermi in ultima posizione. Il confronto a distanza tra Juventus e Napoli vede i partenopei rosicchiare due punti ai bianco-neri: successo 3-0 in Friuli sull’Udinese, mentre la “Vecchia Signora” capolista è bloccata in casa sull’1-1 dal Genoa, sicché il divario tra le due battistrada è ora di quattro lunghezze. Il prossimo turno vedrà i granata di scena sabato prossimo (alle ore 20.30) al “Grande Torino”, opposti agli amici fiorentini, in un confronto fondamentale per testare le velleità europee del Toro.

Giuseppe Livraghi