ljajic-gol-Bologna
La scorsa stagione pareggio per 1-1 a Bologna nella prima giornata di campionato e primo torto subito grazie all’errata applicazione del supporto tecnologico al suo esordio

Il Torino sperava che dopo quella volta non sarebbe più successo. E invece a quanto pare il club granata è probabilmente ad oggi il più tartassato dall’innovazione tecnologica del Var.
Era 20 agosto del 2017, prima giornata di campionato al Dall’Ara di Bologna.
Al gol di vantaggio di Di Francesco al 27’ risponde poco dopo al 33’ Ljajic.
Proprio verso la fine dell’incontro il momento incriminato : anche a Bologna, come per tutte le gare previste in Serie A, fa il suo esordio la tecnologia VAR, grazie alla quale la terna arbitrale puó avvalersi dell’aiuto della moviola video. Nonostante ció, l’arbitro Massa, erroneamente annulla una rete valida a Berenguer all’85’ per fuorigioco inesistente, come testimonia la ripresa del gioco con la palla scodellata sui piedi del portiere felsineo.
E’ solo l’inizio di molte polemiche che a distanza di più di un anno restano ancora vive più che mai e non si sono ancora placate. Specialmente in casa granata, dove il Presidente Cairo pretende maggior attenzione.

Ma riviviamo il Rewind di quella partita, in vista della gara contro il Bologna in programma domenica prossima al dall’Ara e valevole per la 10° giornata di campionato.

20.08.2017 – BOLOGNA-TORINO 1-1

Di Francesco chiama, Ljajic risponde. E alla fine Bologna-Torino termina sull’1-1, risultato sostanzialmente giusto per quanto visto sul campo del Dall’Ara. Un punto a testa per Donadoni e Mihajlovic, che scelgono moduli speculari per la prima uscita stagionale: il 4-2-3-1. Tra gli emiliani c’è Poli sulla trequarti, posizione che il neo acquisto rossoblù aveva già occupato nel Milan allenato da Clarence Seedorf. Assieme all’ex Milan, Verdi e appunto Di Francesco a ispirare Destro. C’è una novità offensiva anche tra i granata, con Berenguer che completa il trio con Ljajic e Iago Falque ad assistere Belotti. È proprio del Gallo il primo squillo del match, con un colpo di testa terminato a lato. Sembra il preludio a una gara a forti tinte granata. Sembra, appunto.

 - Fotogallery: Bologna - Torino FC

Perché di lì a poco arriva la perla di Di Francesco. Un gol speciale per una serata altrettanto speciale: sotto gli occhi del c.t. Ventura, il numero 14 rossoblù decide di regalare alla prima giornata di Serie A la rete copertina con un bolide mancino che si va a infilare sotto l’incrocio, dove Sirigu proprio non può arrivare. “Venivamo da una settimana difficile, ci voleva una reazione così soprattutto per i nostri tifosi – dichiara Di Francesco a fine gara ai microfoni di Sky -. Gol per il c.t. Ventura? Non sapevo fosse allo stadio, ma sono contento”. Il punto del vantaggio scioglie gli emiliani, impauriti dopo il k.o. di Coppa Italia per mano del Cittadella (0-3), e al contempo congela i granata di Mihajlovic. Rivitalizzati, però, dal numero 10: ci pensa Ljajic a mettere le cose a posto, costruendosi l’azione che lo porta al tiro dal limite sul quale Mirante non è perfetto e combina un mezzo pasticcio. Il sipario sul primo tempo cala sul risultato di parità.

 - Fotogallery: Bologna - Torino FC

Nella ripresa la mole di occasioni diminuisce: Mirante si riscatta, almeno parzialmente, con un paio di interventi decisivi sullo stesso Ljajic e su Iago Falque, mentre lo scatenato Di Francesco rischia di far venire giù il Dall’Ara con un altro gol da sogno. C’è spazio, anche per il giallo Var: lo speaker dello stadio prima ne comunica il mancato utilizzo, poi il successivo ripristino. Giusto in tempo per far arrabbiare Mihajlovic, che lascia il campo protestando con Massa per un gol annullato (per fuorigioco iniziale di Belotti, che però aveva ricevuto dopo il tocco di Destro) a Berenguer a pochi minuti dal gong. Non c’è più spazio per cambiare ancora il risultato: Bologna e Torino cominciano la loro stagione con un pareggio.

BOLOGNA-TORINO 1-1
RETI: 27’ Di Francesco, 34’ Ljajic
BOLOGNA (4-3-3): Mirante – Torosidis, Maietta, De Maio, Masina – Poli (25’ st Donsah), Taider (37’ st Krejci), Pulgar – Verdi (37’ st Palacio), Destro, Di Francesco. All. Donadoni.
TORINO (4-2-3-1): Sirigu – Zappacosta, N’Koulou, Moretti, Molinaro – Acquah, Obi (31’ st Rincon) – Iago Falque, Ljajic, Berenguer – Belotti. All. Mihajlovic.
ARBITRO: Massa.
NOTE. Spettatori 19.033 (13.054 abbonati), incasso di 272.082 euro. Ammoniti: De Maio, Pulgar, Rincon.

Comments

Comments are closed.