Rincon-General
Ecco come i vari quotidiani hanno commentato la vittoria di ieri sera dei nostri ragazzi contro il Frosinone

Tuttosport

SIRIGU 5.5 Esce male, ma subisce fallo da Chibsah nell’azione della rete di Goldaniga. Il gol del 2 a 1 doveva essere annullato.
IZZO 6.5 Il più attento del trio difensivo granata, e gli viene pure annullata una rete per fuorigioco.
NKOULOU 6 Non comanda a dovere il reparto sul colpo di testa di Ciano. Un momento di appannamento nell’ambito di una buona gara. La traversa gli nega la gioia del secondo gol stagionale.
MORETTI 6 Da senatore del gruppo cerca di trasmettere tranquillità ai compagni quando, a metà ripresa, il Toro rischia la deriva.
OLA AINA 5.5 Avvia l’azione del gol di Baselli, però è colpevole in quella del temporaneo 2-2 del Frosinone. Nella sua prova ci sono più ombre che luci. PARIGINI (20’ ST) 7 Entra come una furia: sua la discesa che dà il la al gol del sorpasso di Berenguer, come l’assist per Lukic che calcia addosso a Sportiello.
MEITE’ 6.5 Resta sul pezzo in ogni frangente: gara tatticamente preziosa, la sua. Per senso della posizione e circolazione di palla. SORIANO (41’ ST) NG
RINCON 7
Questa volta la conclusione è giusta e porta al vantaggio: il primo gol stagionale gli dà la giusta carica per mantenersi su alti livelli fino al 90’.
BASELLI 7 Ok, commette qualche errore che gli porta in dote pure alcuni fischi, però non molla e anche lui per la prima volta in campionato entra nel tabellino dei marcatori. LUKIC (35’ ST) 5.5 Si divora in contropiede tirando su Sportiello la rete del 4-2.
BERENGUER 7 Il pallone che calcia alle spalle di Sportiello è un autentico gioiello. Bello, lucente e decisivo per consentire al Toro di guadagnare tre punti.
ZAZA 7 Non segna, ma è protagonista nelle prime due reti granata: confeziona l’assist per Rincon ed è sua la conclusione parata da Sportiello che partorisce il raddoppio di Baselli. In più lotta come un leone.
BELOTTI 6.5 Gioca con la rabbia in corpo per l’esclusione dai convocati azzurri decisa da Mancini. Pagherebbe per segnare, ma si ferma al palo colpito al 6’.
ALL. MAZZARRI 6.5 Voto alto per il risultato più che per la prestazione. Però la sua squadra, e in questo il tecnico ha meriti, sul 2-2 non sbraca e va a riprendersi la vittoria.

 

LaStampa

5,5 SIRIGU Spettatore: attento, come gli capita spesso. Poi il passo falso quando sbaglia il tempo su Goldaniga.
5,5 IZZO Gli attaccanti del Frosinone hanno avuto libertà oltre i loro meriti.
5 NKOULOU L’arbitro permette il gioco duro e il regista della difesa granata si innervosisce: Ciano e Ciofani lo mandano in tilt.
6 MORETTI Il più preciso là dietro.
5 AINA Poco concreto e molto fumoso (DAL 20’ ST PARIGINI 6: regala la scossa).
5,5 MEITÉ Si limita alle giocate semplici: sbaglia poco, non osa mai (DAL 41’ ST SORIANO SV).
6 RINCON La rete è una delizia per chi è chiamato a svolgere altri compiti: un pezzo da centrocampista dai piedi raffinati.
6 BASELLI Dopo il gol si mette la mano all’orecchio: un messaggio a quei brusii dalle tribune davanti ai suoi impacci (DAL 34’ ST LUKIC SV).
6,5 BERENGUER Il colpo del 3-2 è da incorniciare e cancella tutti i tremori precedenti.
6,5 ZAZA Bello il tocco a liberare al tiro (vincente) Rincon, elegante la girata che provoca il tap-in di Baselli.
6 BELOTTI La partenza è a razzo, il finale anche. Nel mezzo, un po’ di confusione.

 

gazzetta

SIRIGU 6 Sul gol di Goldaniga, uscita non felice anche per l’ostruzione.
IZZO 6 Sempre attento, chiude con puntualità.
NKOULOU 5,5 Diligente nel primo tempo, sbanda nei 6’ di blackout della ripresa.
MORETTI 5,5 La macchia sulla serata è aver lasciato Goldaniga in occasione del 2-1 del Frosinone.
AINA 5 Disordinato e impreciso. Mazzarri lo tira fuori quando il Frosinone torna in partita.
PARIGINI 6,5 Entra e spacca sulla destra. Merita di più.
MEITE’ 6 Non una delle serate migliori. Prova qualche apertura, tiene botta nel momento peggiore.
(SORIANO S.V.)
RINCON 6,5 La grinta del General è la solita, secondo gol di questa stagione.
BASELLI 5,5 Abulico, il gol in avvio di ripresa non basta per guadagnare la sufficienza. (LUKIC S.V.)
BERENGUER 6,5 Il gol-vittoria è di rara bellezza. Prodezza liberatoria. E salva su Perica nel finale.
BELOTTI 5,5 Un palo in avvio, un paio di buoni spunti nella ripresa. Dal vero Gallo ci aspettiamo altro.
ZAZA 7 Assist sul primo gol di Rincon, entra nel raddoppio di Baselli. Voglia, cuore e grinta: è l’uomo in più del Toro, pericoloso.
ALL. MAZZARRI 6,5 Suda più del previsto, ma il suo Toro porta a casa la seconda vittoria di fila.

 

Corriere

6 SIRIGU Disoccupato per tutto il primo tempo. Sul primo gol degli ospiti ha ragione lui, il blocco di Chibsah gli impedisce di uscire. Giallo immeritato.
6,5 IZZO Decisamente calato nel contesto. È sempre in anticipo, come impone un match di serie A il venerdì sera. Segna, ma il gol gli viene annullato. Per esultare toglie la maglia e arriva l’ammonizione. Evitabile, il gesto e pure il giallo.
6,5 NKOULOU Elegante, reattivo, a tratti esplosivo. Ça va sans dire. Colpisce pure una traversa.
6 MORETTI Se la vede soprattutto con Campbell attaccante giramondo della Costa Rica. Bravo a limitarlo.
6 OLA AINA Che partenza lenta e imprecisa. Poi carbura e si rende utile.
6,5 RINCON Festeggia il compleanno della figlia con il gol che stappa la partita. Palla in rete e dito in bocca. Per questo, e non solo, gioca la sua miglior gara stagionale.
6 MEITÉ Con Baselli a tutto campo lui tiene la posizione, alla destra di papà Rincon. Deve ritrovare però lo sprint di avvio stagione
7 BERENGUER Solo chi fa sbaglia. Molto intraprendente, chiude la gara con un gol bellissimo.
7 BASELLI Mezz’ala sinistra, con licenzia di inserirsi anche al centro, sulla trequarti. Era l’ordine diMazzarri, lo esegue bene. Molto bene. Il gol rende onore alla prestazione.
6,5 ZAZA Assist per Rincon, piede nell’azione del 3-2. Festeggia anche così la sua nuova convocazione in Nazionale.
6 BELOTTI Il «Gallo» porta la croce, ma stavolta non canta. Nel dettaglio: si danna l’anima, parte decentrato a sinistra, ma è un attimo. Poi inizia a girare intorno a Zaza e infatti il palo lo colpisce inserendosi da destra. E quando la gara entra nel vivo lui c’è. Quel che non c’è, in fondo, è solo il gol. Sarà questa la colpa che gli attribuisce il ct Mancini?
6,5 PARIGINI Altro ingresso lampo. Bravo, reattivo subito. Riflettori accesi sul ragazzo.
5,5 LUKIC Sciagurata la sua conclusione sul passaggio di Parigini che chiedeva solo di finire in porta.
6 MAZZARRI Chiedeva (e gli chiedevano) due vittorie. Arrivano, merito di una squadra organizzata e reattiva.