Mazzarri
Le parole del tecnico arrabbiato per l’arbitraggio: “Come si fa a non vedere il fallo su Sirigu?”

E’ un Mazzarri infuriato quello che si è presentato alla stampa nel post partita: “Se era bravo l’allenatore si facevano sei gol nel primo tempo e si chiudeva la pratica. Io sono stanco di perdere punti, gli arbitri influiscono sul risultato e lo fanno troppo, inutile girarci intorno, oggi ci hanno di nuovo provato. Sirigu sta prendendo la palla e l’avversario gli blocca le braccia, come fai a non vedere il fallo? Ma è stata tutta la direzione di gara che non ha convinto, con falli invertiti che hanno fatto ripartire contropiedi. Abbiamo vinto e posso dirlo, adesso basta, è ora di smetterla di essere calpestati in questo modo. Vero che dovevamo gestire meglio le situazioni, però ci sono troppe situazioni e atteggiamenti strani verso il Torino, non si può neanche conversare con il quarto uomo“. Come accaduto con i partenopei: “Contro il Napoli Koulibaly andava cacciato per aver buttato via il pallone, si era sul 2-1, l’ho detto a tutti, nessuno se n’è accorto. Poteva cambiare la partita, mentre oggi Meité è stato ammonito, perché? Dove sono le differenze?“. Il Toro ha smesso di giocare sul 2-0: “Io mi sono arrabbiato di più con i miei giocatori sull’1-0, perché abbiamo iniziato a rilassarci e questo non deve succedere. Li ho bacchettati nell’intervallo e abbiamo segnato subito ad inizio ripresa“. Ci sono segnali di ripresa: “Secondo me il Toro sta crescendo bene, considerando tanti parametri. Quello che mi da fastidio è che mi mancano tre punti, e questi non ce li da più nessuno. Non voglio creare o dare alibi ai giocatori, perché loro devono evitare la supponenza, però c’è la componente che vuole rispetto e per ora ha influito molto“. Su Belotti escluso dalla nazionale: “Io non commento mai le scelte degli altri allenatori, lui è un mio giocatore e sta giocando“.