Giocava nella Juventus, il suo gol fu decisivo e regalò virtualmente lo scudetto ai bianconeri

Era il febbraio del 2016, la Juventus inseguiva a due punti il Napoli che si presentò allo Stadium in vetta alla classifica, alla ricerca di punti per mantenere dietro gli inseguitori, ed il compito pareva riuscire senza grossi problemi, anche perché la squadra di Allegri non pareva in grato di andare in rete con i suoi big in forte ombra. Poi arriva il cambio che risulterà decisivo: esce uno spento Morata, entra Simone Zaza, che a due minuti dal termine, dopo aver mandato all’aria l’intervento di Koulibaly, scocca da fuori area un tiro sporco (e deviato) che beffa Reina e regala non solo tre punti ai suoi, ma anche il primo posto che da li in avanti vorrà dire scudetto. Da allora Zaza non ha più incontrato il Napoli a Torino, lo ritroverà domani a mezzogiorni, giocando titolare, sperando che quanto accaduto due stagioni fa sia di buon auspicio.