Per Coppitelli ed il Torino trasferta piena di insidie

Inizio molto rischioso per la Primavera granata di Coppitelli. Subito la trasferta in Sicilia, la più lunga, ma anche con un carico di rischi evidenti e trappole nascoste. I rosanero di Scurto vogliono festeggiare alla grande il ritorno in Primavera 1 (unica squadra di Serie B presente nell’elite giovanile), nonché la vittoria nella Supercoppa di Primavera 2.

Ma, se vogliamo, è anche un confronto diretto fra amici tecnici, che ben si conoscono e si stimano.  Giovani, rampanti, vincenti. Più pragmatico e vulcanico Giuseppe Scurto, con trascorsi di calciatore professionista alle spalle; più previdente e programmatore il perfezionista Federico Coppitelli, pluridecorato in tre categorie, ma senza grandi precedenti da calciatore.

Scurto, con l’ausilio del responsabile Sandro Porchia, ha contribuito con passione ed impegno alla ripresa ed alla ri-crescita del settore giovanile  del Palermo. I rosanero avevano subito una grave perdita con la partenza del bravissimo Dario Baccin verso l’Inter (dopo aver rifiutato la Juventus) ed il depauperamento tecnico del settore giovanile  con la fuga di diversi talentini verso altri lidi. Baccin in cinque anni aveva scovato e fatto crescere copiosi e promettenti virgulti: Bentivegna, La Gumina, Pezzella, Simone Lo Faso, i portieri Alastra e Posavec, Fiordilino, Tafa (ora al Cuneo, Naz. Under 21 albanese). Un autentico filone d’oro per il Palermo. Poi c’erano anche stati gli ultimi, dolorosi scippi subiti: il funambolico D’Amico dall’Inter, il gioiellino Angileri dalla Juventus. Il duo Porchia-Scurto ha, però, saputo con  decisione e mano sicura riprendere in mano il settore, riportando il Palermo fra le sedici elette e ridando fulgore alle giovanili rosanero. Mentre la Primavera ha continuato  a sfornare “profili” interessanti. Primo fra tutti Antonino Gallo (2000, esterno). Un mancino che punge ed inventa, forte sulle gambe e già nel mirino delle sorelle maggiori (Roma, per intenderci). E poi  il nostro ex: Gennaro Ruggiero (altro 2000, altro centrocampista). A Torino non è stato molto fortunato, ma è un ragazzo di prospettiva, gran lottatore sul centro, con uno spirito di sacrificio incredibile. L’umiltà e la dedizione al servizio della squadra.

Scurto non è intervenuto sulla squadra con molti cambi. Un doppio affare con l’Atalanta, tramite i buoni uffici di Dario Baccin, avendo prelevato dagli orobici il portiere Lorenzo Avogadri (2001) e l’attaccante Louka Panagiotis (2000, cipriota, 21 presenze e 7 reti, mancino, h. 1,92, Naz. Under 19) e fatto riprendere dalla Juventus il bravissimo Angileri (Naz. di categoria, dai molteplici impieghi). Come fuori-quota c’è inoltre il centrocampista Santoro, altro ragazzo predestinato. Tutta la preparazione è stata chiusa con un’amichevole contro il Trapani, che ha sonoramente sconfitto i rosanero: 5-1, con Santoro autore della rete del Palermo. Ma l’ottimismo regna ancora sovrano: ”Vogliamo esordire con una vittoria, dichiara convinto Scurto. Siamo l’unica squadra di B nel girone elitario della Primavera, ma non ci sentiamo inferiori a nessuno. Abbiamo uomini e mezzi tecnici per imporci anche contro il Torino, una delle squadre più forti in Italia a livello Primavera”.

Coppitelli, dunque, è avvisato. A Carini, sede dell’incontro farà caldo. Molto caldo. Ma l’allenatore granata sta cercando di preparare i suoi con grande cura. Pretende massima concentrazione e maschia applicazione. Conosce le insidie della trasferta e cerca di prevenirle. Ma deve anche far fronte a qualche defezione. Sicuramente indisponibile l’attaccante Djoulou, che ha un residuo di squalifica da scontare (una giornata maturata nel play-out). C’è inoltre qualche ragazzo che accusa acciacchi vari. Coppitelli, però, può scegliere in una rosa vasta e variegata, assemblata con grande capacità da Massimo Bava, che da questa Primavera si aspetta grandi imprese.

Non è prevista la diretta TV (la gara andrà in onda su Sportitalia nella differita delle ore 19.30), ma sarà possibile seguire la webcronaca su Noigranata.com.

Il programma della prima giornata
Inter-Cagliari oggi alle 15
Napoli-Milan oggi alle 17
Roma-Sassuolo domani alle 11
Juventus-Sampdoria domani alle 13
Palermo-TORINO domani alle 15
Udinese-Empoli domani alle 15
Genoa-Atalanta domenica alle 12
Chievo-Fiorentina lunedì alle 15.30