Premier
La Premier League inglese ingaggia un’interessante battaglia per regolamentare il potere dei procuratori e le loro commissioni.

Sarebbe una vera e propria rivoluzione nell’attuale calcio moderno, ma La Premier League è pronta ad ingaggiare una battaglia molto interessante per regolamentare le commissioni dei procuratori. Solo in Inghilterra, i costi per le commissioni hanno toccato quota 250 milioni di euro nell’ultima stagione. Una cifra troppo alta che adesso dall’Inghilterra vogliono drasticamente abbassare, facendo pagare gli emolumenti ai procuratori ai calciatori e non più alle società. Il portale Skysports.com spiega che l’idea della Lega è quella di legare le commissioni agli stipendi dei calciatori, e non ai singoli trasferimenti. In questo modo, i procuratori non avranno più interessare a spostare con frequenza i propri assistiti.

Comments

Comments are closed.