Cairo
Il presidente del Torino sul mercato: “Fatto quanto voleva Mazzarri, che è contento”

Intervistato d Radio DeeJay, il presidente del Torino Urbano Cairo ha parlato della cessione di Ljajic e Niang: “Mazzarri li avrebbe anche tenuti, ma abbiamo tanti attaccanti e non gli si poteva garantire il posto da titolari. Ci sono Belotti, Zaza e Iago Falque, poi è arrivato Soriano che può fare il trequartista ed anche Baselli può giocare in quella posizione, dunque Adem non aveva il posto garantito, a lui non piace fare la panchina ed ha scelto la Turchia, un paese dove si può offrire di più ai calciatori perché ci sono foti agevolazioni fiscali. Purtroppo è andato via, mi piaceva molto, è bravissimo, tecnico  ed offre fantasia ma la squadra viene prima di tutto“.

Domani ci sarà la Spal: “Abbiamo grande rispetto, hanno lavorato bene sul mercato e ci sono dei buoni rapporti visto che gli abbiamo dato tre giocatori. Lo scorso anno si sono salvati e quest’anno sono partiti alla grande, serve il giusto rispetto domani“. Meité e Aina stanno impressionando: “Il francese lo seguivamo già da tempo, ha fisico e qualità e Mazzarri lavora molto su di lui per portarlo a tirare di più, infatti ha già segnato. Il nigeriano ha stupito per fisico e qualità, lo volevamo già un ano fa, Conte non volle darcelo“. Sul resto del mercato: “Sono arrivati Izzo, Bremer, Soriano e Zaza, tutti giocatori che ha voluto Mazzarri e per cui è contento, anche per il numero di elementi in rosa“. L’Alessandria riparte dai giovani: “Mi fa piacere, noi gliene abbiamo dati due, Cucchietti e De Luca, gli faccio un grosso in bocca al lupo“.