Rincon-Baselli

Sirigu ng – Si sporca i guantoni dopo un’ora abbondante di partita su una conclusione elementare. Il secondo intervento deve compierlo al 93′ su una carambola tra due compagni.

Moretti 6 – Partita di ordinaria amministrazione per il veterano della difesa granata. Poco impegnato dall’attacco avversario ma sempre attento e preciso.

Nkoulou 6 – Al solito tranquillo ed elegante, scarsamente intimorito dalla “veemenza” cosentina prova a proporsi in versione regista (dal 38′ st Ferigra ng).

Izzo 6 – Attento e preciso in fase di contenimento, qualche disattenzione in fase di riproposizione (dal 23′ st Bremer 6 – Entra a match virtualmente chiuso, da il suo contributo alla serena serata di Sirigu).

De Silvestri 6 – Non è esattamente la sua partita, essendo per caratteristiche più portato ad aggredire gli spazi ampi piuttosto che le difese chiuse, nel complesso fa comunque il suo.

Baselli 7.5 – Alla mezzora si divora un gol colossale fallendo uno shoot facile da centro area, ma realizza una rete spettacolare che apre le marcature e sforna due assist vincenti per il Gallo (dal 31′ st Lukic ng).

Rincon 7 – Dinamismo e intraprendenza, anche se non sempre tantissima lucidità. Si fa sentire in fase di riconquista del pallone e si fa notare pure in fase di appoggio andando a togliersi lo sfizio della marcatura personale.

Meité 6.5 – Fisicità e doti di palleggio in abbondanza, intraprendenza dosata con il contagocce. Può fare di più.

Berenguer 6 – Poco impegnato in fase di contenimento, si dedica con profitto alla fase offensiva pur senza risultare determinante.

Falque 7 – Più che da seconda punta mostra movenze da trequartista, ma quando decide di ingranare la quarta semina il panico tra gli avversari. Bello il pallone che permette a Baselli di esibirsi in un eurogol, da cineteca la serpentina che mette in condizione Rincon di sigillare il match sul 4-0 e ottimo anche un altro assist che fornisce a Baselli poco dopo la metà del primo tempo.

Belotti 7.5 – Due gol realizzati e un altro paio solo sfiorati. Presenza costante e pericolosità immanente. Pare ritornato il Gallo di due stagioni or sono.

All. Mazzarri 6.5 – Difficile comprendere dove inizino i meriti del Torino e finiscano i limiti del Cosenza. Partita giocata in surplus a ritmi slow ma decisamente produttiva e obiettivo portato a casa.