Allenatore del Torino per due anni, fu il teorico dello 0-0

Nel 1911 nasce a Mezzana del Turgnano, in provincia di Udine, Annibale Frossi, allenatore del Torino per due stagioni, dal 1954 al 1956. E’ divenuto famoso da calciatore per essere l’unico a scendere in campo sempre con i suoi occhiali, a causa di una miopia che lo colpì sin da giovanissimo. E’ stato il trascinatore alle Olimpiadi di Berlino del 1936 degli Azzurri allenati da Vittorio Pozzo e condotti alla conquista della medaglia d’oro. In totale, sul campo, vinse due scudetti ed una Coppa Italia con la maglia dell’Inter. Appese le scarpette al chiodo, passa alla storia come allenatore come il teorico dello zero a zero, secondo una celbre frase da lui pronunciata: “Lo 0-0 è il risultato perfetto, perché espressione dell’equilibrio totale tra l’attacco e la difesa delle squadre in campo”. Morì a Milano a causa di una polmonite nel febbraio del 1999, ad Udine gli è stata dedicata una via molto vicino allo stadio dei bianconeri, ora ribattezzato Dacia Arena.