Comi e Barile insieme ad Ossola per spiegare il Grande Torino alla Chape a Superga

La permanenza della Chapecoense a Torino non poteva non passare per la visita alla basilica di Superga, davanti alle lapidi con i nomi dei calciatori del Grande Torino. Si è trattato di un altro momento estremamente toccante, ma necessario per chiudere il cerchio su un’amicizia nata dal dolore di due grandi “famiglie”. La delegazione della Capecoense è stata accolta dal direttore generale del Toro Antonio Comi, dal direttore operativo Alberto Basile, da Franco Ossola ed alcuni parenti di Ballarin. Al termine della visita, la Chapecoense ha posto sotto la lapide il proprio gagliardetto. Un’amicizia che durerà per sempre.

Foto tratta dal sito ufficiale Torinofc.it