Rosati-Cerci

Conosciamo il nuovo portiere del Torino Antonio Rosati

Antonio Rosati é nato a Tivoli il 26 giugno 1983, alto 195 centimetri per 90 kg é un portiere.
Cresce calcisticamente nelle giovanili della Lodigiani per poi passare a quelle del Lecce.
Nel 2004/2005 viene convocato per la prima volta in prima squadra ed esordisce in Serie A il 13 febbraio 2005 in Lecce-Chievo terminata 3-0 per gli uomini di Zeman.
Nella stagione 2005/2006 veste ancora la maglia dei salentini e gioca ancora una gara in A ed una in Tim CUP prima di passare alla Sambenedettese in Lega Pro.
Nel 2006/2007 colleziona 11 presenze in A,  nella stagione successiva invece 20 in B.
Nel 2008/2009 é ancora a Lecce e gioca 4 gare in A, la squadra retrocede e nella stagione successiva difende in 41 occasioni i pali salentini in B. Nel 2010-2011 sono 38 le presenze in A sempre con il Lecce.
Dal 2011 al 2013 passa al Napoli dove nel ruolo di secondo portiere gioca in totale 12 gare ufficiali: 5 in serie A, 1 in Tim CUP e 6 in Europa League esordendo in Europa il 20 settembre 2012 con la squadra di Walter Mazzarri contro l’ AIK Solna.
Inizia la stagione 2013/2014 nel Sassuolo in Serie A, gioca 2 gare poi passa alla Fiorentina dove scende in campo in 3 occasioni in campionato ed 1 in Europa League.
Nella stagione 14/15 si é diviso tra Napoli e Firenze ma non é mai sceso in campo.
Nell’estate del 2015 passa al Perugia e in Umbria e ci resta fino alla stagione scorsa.
Per lui con il grifone 80 presenze.
Svincolatosi, ora è pronto per diventare un giocatore del Torino, dove contenderà a Salvador Ichazo il ruolo vice Sirigu.

Il nome di Antonio Rosati è nella memoria granata, quando nella stagione 2013/2014 nell’ultima giornata di campionato, con la maglia della Fiorentina, suo malgrado, para ad Alessio Cerci il rigore che costerà al Toro il passaggio diretto in Europa League.
Europa che i granata, come noto, conquisteranno grazie ai problemi del Parma.