Alla Nigeria va bene solo una vittoria, se riuscisse sarebbe seconda. Obi parte dalla panchina

La prima partita non l’ha disputata e la Nigeria ha ceduto per 2-0 alla Croazia rimanendo nei bassifondi della classifica del girone. Oggi pomeriggio, Joel Obi con la sua nazionale affronterà l’Islanda, formazione capace nella prima giornata di fermare l’Argentina. Per gli uomini di Salisu Yusuf sarà una partita da dentro o fuori, perché in caso di sconfitta si concretizzerebbe l’eliminazione del mondiale con una giornata di anticipo. Vincendo, invece, la Nigeria scavalcherebbe Islanda ed Argentina piazzandosi in seconda posizione, alle spalle della Croazia, per poi giocarsi il tutto per tutto con l’Albiceleste. Come pochi giorni fa, per Obi si profila una nuova panchina, con la speranza questa volta di scendere in campo a gara in corso.

Le probabili formazioni di Islanda e Nigeria
Nigeria: Uzoho; Shehu, Troost-Ekong, Balogun, Idowu; Ndidi, Etebo; Moses, Obi Mikel, Iwobi; Iheanacho. A disposizione: Ezenwa, Akpeyi, Echiejile, Awaziem, Ebuehi, Omeruo, Obi, Onazi, Ogu, Musa, Simy, Ighalo. Allenatore: Rohr.
Islanda: Halldorsson; Saevarsson, Arnason, Sigurdsson R, Magnusson; Gislason, Gunnarsson, Hallfredsson, Bjarnason; Sigurdsson G; Finnbogason. A disposizione: Runarsson, Ingason, Eyjolfsson, Skulason A, Fridjonsson, Gudmundsson A, Skulason O, Gudmundsson J, Traustason, Sigurdarson, Bödvarsson. Allenatore: Hallgrimsson.
Arbitro: Conger (Nuova Zelanda).