Iago-Falque
La presenza di Falque in campo nel Toro è fondamentale, piace a tanti ma partirà solo a seguito di offerte molto importanti

Iago Falque è molto seguito, non che questo rappresenti un problema per il calciatore o per il Torino, che non ha necessità di dover recuperare somme ingenti, a meno di offerte definite da Cairo irrinunciabili, ma è chiaro che la continuità di rendimento nelle ultime due stagioni in maglia granata non è passata inosservata. Non è il centravanti di squadra, eppure, tralasciando gli assist, in tre stagioni in A con le maglie di Genoa e Torino ha già realizzato la bellezza di trentasette reti. Stona un po’ l’annata in giallorosso, ma qui va detto che quasi sempre il suo utilizzo non era funzionale alle sue caratteristiche, spesso inserito a centrocampo. Se avesse la possibilità di rifiatare, ogni tanto, con i granata, probabilmente il suo rendimento aumenterebbe ulteriormente, ma come accaduto sia con Mihajlovic che con Mazzarri, la sua presenza è sempre stata ritenuta imprescindibile, provocando un inevitabile calo. Su di lui non c’è solo il Valencia (con cui Petrachi tratta Simone Zaza) ma pure il Siviglia in Spagna e l’Atalanta. Di offerte così irrinunciabili, al momento, non sono ancora arrivate, ma il mercato è lungo e Falque è un oggetto del desiderio di molti.

Comments

  1. Se per prendere Zaza si sacrifica Iago giuro che cambio squadra. È troppo esagerato? Non penso proprio..

    1. Dipende a che cifre….se offrono 20 per Iago lo venderei domani se quei 20 andassero reinvestiti in due centrocampisti da 10 milioni.

      Sto sognando però.

    2. Si, è esagerato!!!
      Prima la Maglia!!
      Caro G4M, so che la tua è una provocazione. Ma se non hai cambiato squadra quando al posto di Cerci presero Amauri… se hai digerito PURE QUELLO… non ce la farai mai più a liberarti…del Toro!
      Virus senza alcuna speranza di guarigione!!
      Ciaoo”!

    3. Esageratissimo. Io credo che sia possibilissima la sua partenza. Ha mercato e non sappiamo se l’allenatore lo reputa tatticamente adatto al calcio che vuole fare. Chiunque parta cambia poco se è sostituito degnamente. Ho paura ma andavo allo stadio quando eravamo sportivamente antitetici al gioco del calcio, figurati. Partisse Iago mi dispiace molto, punto. Se viene sostituito male m’incazzo.

      1. Il problema è proprio questo. Iago per noi è un top player, non è perfetto e ci mancherebbe, diversamente non giocherebbe da noi, ma occorre capire che se parte lui non sai cosa ti trovi in casa, e se arriva un altro Niang per certe cifre so cazzi.

        1. Si, però se l’allenatore ritiene un giocatore inadatto perchè il suo ruolo e le sue caratteristiche c’entrano poco con gli schemi la scelta è tra venderlo o farlo giocare fuori posizione. Io lo farei giocare comunque, uno che ha fatto tutti quei gol giocando esterno di centrocampo non si vedeva dai tempi di Djorkaeff. Mazzarri dubito che voglia prendersi questa responsabilità e Falque capirei se perdesse fiducia nel suo ruolo in questo progetto. Il problema è squisitamente tattico comunque.

Comments are closed.