Sirigu
Salvatore Sirigu resta nel mirino del Napoli. Rinnovo e aumento pronto. Ora la palla passa al portiere.

Tra rinnovo e addio, il futuro di Salvatore Sirigu resta difficile ancora tutto da decifrare. Perché è indubbio che il portiere sia uno dei punti fermi dello scacchiere di Mazzarri, lo certifica anche il veto che lo stesso tecnico ha messo sulla cessione del numero 1 rivelata direttamente da Petrachi, ma la situazione tra i pali del Napoli è particolarmente intricata. E, di riflesso, le operazioni del club partenopeo riguardano anche il Toro, in particolar modo quando di mezzo ci sono gli estremi difensori. Dall’Inghilterra ne sono sicuri: l’Arsenal ha superato l’offerta del Napoli e con 25 milioni sta per assicurarsi Bernd Leno del Bayer Leverkusen. Era il piano A di Carlo Ancelotti, che ora attende che la dirigenza partenopea viri su obiettivi ugualmente di spessore. E il nome di spessore resta quello di Sirigu, che ancora una volta, finirà in orbita Napoli. Ancelotti ha allenato Sirigu ai tempi del Psg, lo stima moltissimo e lo riabbraccerebbe volentieri al Napoli. Dal suo canto Sirigu seppur riconoscente ai colori granata sa che l’offerta del Napoli è di quelle difficili da rinunciare, considerando l’idea non più verde. A Napoli per lui si riaprirebbero le porte della Champions e la possibilità di giocare un campionato di vertice.Il Toro, intanto, attende di sapere la volontà dell’ex Psg, con la proposta di rinnovo messa sul tavolo da Cairo martedì scorso.