Maratona
Battuta di misura la Spal per 2-1 se non altro ci si congeda nel nostro stadio con una vittoria

Il desiderio di chiudere la stagione allo stadio Grande Torino con una vittoria, missione compiuta ma che fatica contro una Spal alla ricerca di punti salvezza e di conseguenza con molte più motivazioni di noi.
Ma al di la della vittoria, nulla di eclatante, i sentimenti di alcuni tifosi granata allo stadio erano ad onor del vero persino contrastanti quando i granata ad un certo punto della ripresa hanno deciso di alzare decisamente il ritmo per schiacciare la Spal.
Onorare il campionato fino alla fine, tutto sommato è giusto sia così anche se dispiacerebbe vedere la simpatica Spal finire in serie B. Un grossissimo in bocca al lupo a loro.
Il Torino di fronte al proprio pubblico oggi ce l’ha messa davvero tutta ed il rammarico più grande resta di non aver visto sempre questo impegno e questa voglia.
C’è molto, moltissimo da lavorare, la squadra oggi non ha una sua identità, il gioco latita sovente ed è confusionario, oltre alla sporadica velocità di manovra.
Ancora una partita, quella di sabato prossima a Genova e poi a bocce ferme si potrà fare il punto della situazione per ripartire. Ad oggi è davvero difficile capire chi resta e chi va, ma di certo servono innesti di qualità per poter ambire a qualcosa che va ben oltre il minimo sindacale.
Siamo curiosi di poter assistere alla campagna di calciomercato estivo. Presto sapremo quali sono i nomi su cui vuole puntare mister Mazzarri e su quali chiederà di investire.
Questa tifoseria merita molto di più. Oggi allo stadio Grande Torino il solito sostegno, il solito tifo caldo ed avvolgente. Nonostante questa sia stata l’ennesima stagione mediocre da dimenticare.
Ciao Grande Torino ci rivediamo ad Agosto.