Baselli

I voti dei nostri ragazzi nella partita contro il Chievo da parte dei vari quotidiani

Pareggio amaro al Bentegodi contro il Chiero. Verona in questa stagione non porta proprio bene al Torino che si arena contro il muro eretto dai clivensi. Torino poco determenato e con poca cattiveria agonistica. Fra i migliori di giornata sicuramente Daniele Baselli.
Ecco le valutazioni commentate da parte dei vari quotidiani :

Tuttosport

SIRIGU 6 Combina un mezzo pasticcio con Burdisso: mia-tua-mia-tua e per poco Inglese non ne approfitta. Per il resto normale amministrazione nel senso che non deve compiere interventi visto che il Chievo non tira mai in porta. Un paio d’uscite e niente più.
N’KOULOU 6.5  Non ha problemi. Difende e imposta l’azione con la solità facilità accompagnata dall’eleganza di movimento. Dalla sua parte non passa nessuno. E nei calci piazzati si spinge in avanti. Poi deve lasciare il campo per un problema alla coscia destra. Bonifazi  (19′ st) 6.5  Pulito in ogni intervento.
BURDISSO 6  A parte un’incomprensione con Sirigu solita prestazione positiva. Guida la difesa, consiglia i compagni e li invita a posizionarsi.
MORETTI 6  Bene pure lui. Giocate semplici ma senza errori. La difesa granata non ha problemi a parte un paio di situazioni  La difesa granata non ha problemi a parte un paio di situazioni nate da casualità come quello scontro con Sirigu che i giocatori del Chievo non hanno sfruttato (Cacciatore ha poi tirato altissimo)
DE SIVESTRI 5.5  Rispetto ad altre partite spinge poco, si accontenta di controllare la situazione. Anche per questo a metà ripresa Mazzarri lo sostituisce. Barreca  (23′ st) 5.5  Certe occasioni vanno interpretate meglio.
BASELLI 6.5  Il migliore dei suoi, prestazione più convincente. Il bresciano conquista tanti palloni e imposta l’azione con intelligenza. Si fa trovare al posto giusto in ogni istante. Prova anche qualche conclusione, senza fortuna. Però c’è, altroché se c’è…
RINCON 6  Torna a recuperare palloni importanti, protagonista anche di un salvataggio in prossimità della linea di porta. Gioca in maniera intelligente ma senza accelerazione. In tutta sincerità deve dare di più.
ANSALDI 6.5  Il Toro gioca solo a sinistra visto che l’argentino è in gran forma. Colpisce anche un palo a Sorrentino battuto. Insomma, fa quello che vuole. Quando poi entra Barreca al posto di De Silvestri si sposta a destra. E gestisce la situazione visto che il Chievo comincia a spingere un po’.
LJAJIC 6  Meno brillante del solito. Verso metà ripresa s’inventa un assist per Belotti che il Gallo non riesce a concretizzare da posizione favorevole. E nel primo minuto di recupero Sorrentino gli respinge la gioa del gol.
BELOTTI 5  Si divora un’occasione clamorosa che poteva spingere il Toro sempre più su. Sotto l’aspetto dell’impegno niente da dire ma meno bene che contro l’Inter dove aveva fatto a sportellate con i difensori nerazzurri.
IAGO FALQUE 5  Peggiore prestazione stagionale, non entra mai in partita, s’inciampa spesso sul pallone. Può succedere, peccato sia capitato nella partita in cui il Toro doveva svoltare. Edera  (40′ st) ng  In pochi minuti prova a scardinare la difesa.
ALL.MAZZARRI 5.5  In questa occasione il Toro non ci è piaciuto. Ma non sarà piaciuto neppure a lui.

gazzetta

SIRIGU 6 Il rivale più pericoloso è… Burdisso. Respinta così così su cross di Hetemaj, e Cacciatore (non) ringrazia
NKOULOU 6,5 Calma da muro incrollabile quando anticipa Inglese (ma gli costa l’uscita)
BONIFAZI 6 Nella lotta lui c’è, e ci rimette Bani
BURDISSO 6 Brivido da quasi autogol, poi governa senza intoppi
MORETTI 6 Da dietro fa il suo: 6 lanci positivi
DE SILVESTRI 6 Le due fasi, anche se è un po’ meno brillante
BARRECA 5 Copre male su Cacciatore, male l’impatto offensivo
RINCON 6 Calamita palloni vaganti
ANSALDI 6,5 Primo assaltatore, ma rimbalza sul palo. Grande diagonale su spiovente in area avvelenato da Nkoulou. A destra con Barreca
BASELLI 6,5 Gioca più di cento palloni e lì in mezzo arriva prima quasi sempre lui: anche 12 palle recuperate. Quando si dice la qualità nella fatica: equilibratore
IAGO FALQUE 5,5 Più trascurato che oscurato da Ljajic: forse è un po’ stanco (Edera s.v.)
LJAJIC 6 In una zolla vede e trova Belotti, poi è egoista con Iago. Troppo tardi lo spunto in dribbling nel finale: era calato.
BELOTTI 5 Otto incroci con il Chievo e zero gol: quel sinistro mirato male grida vendetta.
ALL. MAZZARRI 6 Maran cambia, lui no: ci poteva stare

LaStampa

6  SIRIGU Il Chievo non tira mai in porta e così l’unico pericolo è il fuoco amico: compie una prodezza per evitare l’autogol di Burdisso dopo 9 minuti. Nella ripresa sbaglia l’uscita, ma Cacciatore lo grazia.
6,5 NKOULOU Annulla facilmente Stepinski e nel tempo libero scherza Inglese. Insuperabile, esce solo per infortunio (dal 19’ st BONIFAZI 6: parte con il freno a mano, poi si rifà e provoca il rosso a Bani).
5,5 BURDISSO Comanda la difesa con ordine, ma rischia l’autorete per distrazione. Poteva essere il peggiore regalo di compleanno.
6  MORETTI Corre pochi rischi e sa sempre cosa fare. O quasi: sul traversone di Hetemaj copre male Stepinski.
6  DE SILVESTRI Fa il suo in difesa e risparmia energie per il Milan: non attacca mai e solo prima di uscire si fa notare per un sombrero su Jaroszynski (dal 23’ st BARRECA
5,5: entra titubante e il Toro traballa a sinistra).
6,5 BASELLI Regista, incursore, diga: fa un po’ di tutto e lo fa bene. Gioca 100 palloni ed effettua 85 passaggi: un doppio record che poteva esaltarsi con quel tiro fuori di poco al 26’ st.
5,5 RINCON La squalifica l’ha arrugginito: tanti piccoli errori e poca intensità.
6,5 ANSALDI Al pronti-via è subito pericoloso e solo il palo gli nega un gran gol. Corre, copre e inventa: sempre più jolly fondamentale, a sinistra come a destra.
5  IAGO FALQUE Contro il Chievo aveva segnato 4 gol e sfornato un assist negli ultimi 4 incroci, ma questa volta non rispetta la cabala. Anonimo, spento e inutile: paga le stanchezze da stakanovista alla 18ª partita consecutiva da titolare (dal 40’ st EDERA SV).
6  LJAJIC L’ispirazione non manca, vedi l’assist a Belotti dopo 20’, ma la mira è sballata. Tira cinque volte, ma senza essere mai pericoloso. Sparisce nella ripresa, imbrigliato dalla ragnatela veronese, con un solo lampo nel recupero.
5  BELOTTI Ha l’occasione giusta per cancellare il suo tabù, 8 partite contro il Chievo e mai un gol, ma la spreca malamente e finisce nel tunnel più nero.

Corriere

 

6 SIRIGU Nel primo tempo una gran parata, l’unica. Arriva su uno sciagurato retropassaggio di testa di Burdisso. Qui il portiere del Toro è bravissimo: a ritrovare la posizione, quindi il pallone e infine a evitare pure l’angolo. Meno bravo nella ripresa, quando un’uscita sbagliata fa arrivare il pallone a Cacciatore. La buona sorte granata evita il peggio.
6,5 NKOULOU Sempre impeccabile, forte ed elegante, bello da vedere, brutto grattacapo per qualsiasi attaccante. Salva in extremis su Inglese, poi esce subito dopo per un problema muscolare. A rischio la sua presenza con il Milan, mercoledì.
6 BURDISSO «Mia, tua, mia», ma lo svarione all’inizio lo fa l’argentino, non il compagno portiere. Poi la sia sarà un’ onesta prova.
6 MORETTI Parte bene, anche nel far girar palla dentro una difesa a tre che ha esperienza e qualità.
6 DE SILVESTRI. Meno esplosivo della gara fatta contro l’Inter, comunque sempre attento tatticamente.
6,5 BASELLI Brillante, lo confermano i numeri: nessuno gioca più palloni. E molti li gioca bene.
6 RINCON El General (comunque) c’è, si vede e si sente.
7 ANSALDI Probabilmente è la vera invenzione di Mazzarri, che lo riscopre centrocampista. Colpisce anche un palo, quando esce De Silvestri passa da sinistra a destra.
6 LJAJIC Il migliore tra chi deve attaccare con la maglia granata. Ha spunti, sfiora il gol nel finale. Merita di più? Forse, ma che abbia classe è cosa nota, se la mostrerà per almeno un’ora di gioco, allora diventerà irresistibile.
5,5 IAGO FALQUE Nella vita c’è sempre un però: il nuovo sistema di Mazzarri funziona, ma limita la libertà che lo spagnolo aveva sulle fasce. Si applica, risolverà il tema.
5 BELOTTI Sbaglia un gol che un bomber come lui non può sbagliare. Aspetta troppo palla: andare incontro alla giocata dei compagni aiuterebbe a far salire la squadra. Rendendo il Gallo più imprevedibile.
6 BONIFAZI. Attento.
5 BARRECA Sarà l’emozione, ma non ne indovina una. Quando prova a proporsi sulla fascia e quando copre.
SV EDERA Spiccioli nel finale.
6,5 MAZZARRI Prepara bene una gara che voleva vincere. Ed evita con continui suggerimenti tattici che una partita così si trasformi in un’immeritata sconfitta.