Grande-Torino-Tomà
Sauro Tomà meriterebbe una menzione il 4 Maggio a Superga

Si sa che noi tifosi del Toro siamo da sempre molto legati alla nostra grande ed impareggiabile storia. Questo 2018 non è certo iniziato nel migliore dei modi e costellato da numerosi e dolorosi lutti. L’ultimo in ordine cronologico quello di Sauro Tomà l’ultimo degli Invincibili del Grande Torino. Colui che per un miracolo del destino non partì per quella maledetta trasferta di Lisbona a causa di un infortunio.
Ma Sauro non si è mai perdonato di non essere con loro insieme ai suoi amici e fratelli.
Si è salvato ma quel 4 maggio del 1949 è morto dentro.
Più volte intervistato non ha mai negato il desiderio di morire con loro.
Sauro si è sentito come un traditore. Ora potrà finalmente in cielo riabbracciare i suoi compagni.
L’idea chissà se possibile da attuare e recapitabile alle alte sfere granata, sarebbe quella di fare ogni 4 maggio una menzione speciale dedicata a lui durante la consueta lettura dei caduti di Superga.
Era un di loro. Voleva essere con loro in quel destino crudele ed avverso. Era un giocatore del Grande Torino. A Sauro siamo convinti farebbe tanto piacere.
Anche lui come gli altri INVINCIBILI merita di essere immortale nei nostri ricordi.

Tomà