Berenguer
Al momento l’esterno, in rosa, è fuori dai giochi. Al valgio la possibilità di prestito per la prossima stagione

Il nuovo modulo funziona ed è stato dimostrato sul campo, c’è però chi, come lo spagnolo Alex Berenguer, viene fortemente penalizzato. Non è alternativa a Belotti (c’è Niang) e neppure a Falque (in questo caso è stato promosso Edera) e difficilmente potrà prendere il posto di Ljajic sulla trequarti. L’unica soluzione per l’ex Osasuna potrebbe essere un utilizzo sulla fascia sinistra, alternandosi ad un terzino dal lato opposto, ma questo, fino ad ora, non pare essere l’intenzione di Walter Mazzarri che sta preferendo l’utilizzo di due elementi sulle fasce con capacità difensive che l’esterno iberico non dispone nel proprio repertorio. Un peccato, perché Berenguer ha mostrato una crescita significativa, per quanto non sempre continuativo e con ancora un fisico troppo gracile per poter fare regolarmente la differenza. Potrebbe profilarsi un prestito, per la prossima stagione, in B o in una neopromossa, una situazione che, ad esempio, sta facendo emergere benissimo lo svedese Samuel Gustafson.