Berenguer
Al momento l’esterno, in rosa, è fuori dai giochi. Al valgio la possibilità di prestito per la prossima stagione

Il nuovo modulo funziona ed è stato dimostrato sul campo, c’è però chi, come lo spagnolo Alex Berenguer, viene fortemente penalizzato. Non è alternativa a Belotti (c’è Niang) e neppure a Falque (in questo caso è stato promosso Edera) e difficilmente potrà prendere il posto di Ljajic sulla trequarti. L’unica soluzione per l’ex Osasuna potrebbe essere un utilizzo sulla fascia sinistra, alternandosi ad un terzino dal lato opposto, ma questo, fino ad ora, non pare essere l’intenzione di Walter Mazzarri che sta preferendo l’utilizzo di due elementi sulle fasce con capacità difensive che l’esterno iberico non dispone nel proprio repertorio. Un peccato, perché Berenguer ha mostrato una crescita significativa, per quanto non sempre continuativo e con ancora un fisico troppo gracile per poter fare regolarmente la differenza. Potrebbe profilarsi un prestito, per la prossima stagione, in B o in una neopromossa, una situazione che, ad esempio, sta facendo emergere benissimo lo svedese Samuel Gustafson.

Comments

  1. Io sono stato anticipato da jack. Nell’osasuna giocava a tutta fascia più terzino che ala quindi in quel ruolo lo proverei……….. Forza toro

  2. Ognuno giustamente pensa quello che vuole ma Berenguer è un ottimo giocatore e non è stato pagato molto visto che è di prospettiva dalla sua ha una buonissima tecnica e una buona velocità di base e visione periferica. Di contro e frenato da una ancora non sufficiente fisicità per il campionato italiano. Compirà 23 anni a giugno ed è stato penalizzato da un allenatore che non lo voleva tantè che è stato acquistato Niang. Nelle prime partite con Mazzarri non aveva fatto male ma non poteva essere lui il trascinatore della squadra. Vorrei solo dire che ha giocato anche da esterno dx basso in Spagna ma credo che sia difficile fare esperimenti in questo momento in casa nostra.

    1. Guarda se all’ultimo giorno di mercato dopo aver preso un giocatore come Berenguer ti fai comprare Niang vuol dire che valuti il giocatore poco adatto. Niang è stato preso per giocare a sinistra ed è vero che veniva considerato anche alternativa a Belotti. Non voglio dire la mia opinione su Niang che avevo espresso a fine mercato ( è possibile recuperare quanto si è postato? ) ma ti ricorderai che il Mr ha fatto giocare Niang che nelle prime partite ha offerto prestazioni al limite della decenza e forse anche oltre questo limite preferendolo sempre e comunque allo spagnolo che invece iniziava a integrarsi facendolo ritornare in panchina immediatamente malgrado le prestazioni di Niang vere siano state 2 o 3 in tutto. Con questo non voglio dire che Berenguer è un fenomeno è Niang una pippa tutt’altro però no possiamo dire che un giocatore è un bidone quando di occasioni ne ha avute ben poche sicuramente meno del francese a cui è stato perdonato di tutto e di più. Su Mihajlovic anche ieri ho espresso il mio punto di vista e ritengo come ho già scritto che andava esonerato prima dopo l’episodio Lombardo o al massimo a dicembre esonerarlo dopo ha fatto più confusione che altro anche perché si è preso un tecnico agli antipodi per mentalità e gioco. A parziale giustificazione forse la società ha voluto non perdere tempo dando a Mazzarri più tempo. E mi ripeto ancora forse un tutor avrebbe aiutato davvero il serbo considero questo un errore da parte di Cairo e Petrachi.

      1. Ciao!
        Sull’acquisto di Niang in verità io non ho letto tutti pareri favorevoli; io non ero entusiasta e con me ce n’erano parecchi. Per quanto scritto sotto, anche io “non giudico” Berenguer perchè i occasioni ne ha avute davvero poche.

        Una volta comprato, “comprendo” Miha per il fatto di aver insistito su Niang per 2 motivi: 1) L’ha voluto lui, fortissimamente, ovvio che prima di dover dire “mi sono sbagliato” ci doveva provare fino in fondo (e oltre); inoltre 2) data la spesa ingentissima, si doveva in tutti i modi cercare di far “maturare” l’investimento.

        Sulle tempistiche dell’esonero, infine, Cairo fu particolarmente (per lui…) trasparente: supportò Miha fino a fine girone nella speranza svoltasse. A fine andata si ritrovò 3/4 punti in meno (non ricordo) rispetto all’anno precedente e quindi decise di esonerarlo. La scelta di Mazzarri (ancora più costoso del serbo) denotava però il NON DISIMPEGNO di Cairo nella corsa all’Europa. (Altrimenti avrebbe preso un “traghettatore” da poco…)
        Miha è una scelta di Cairo (non di Petrachi) e quindi ci ha provato fino in fondo a supportarlo; anche pubblicamente.
        Come scritto più volte, Miha è stato un errore di Cairo; ma stavolta ne vedo la buona fede, e il desiderio di fare bene.

        1. Il mio giudizio su Niang era che se compravamo un centrocampista di sx era meglio. Su Mihajlovic come tu ben sai per me non avrebbe nemmeno cominciato il primo campionato figurati il secondo se ricordi il mio preferito era Giampaolo. Sul fatto che Cairo abbia difeso la propria scelta fino alla fine è chiaro anche per chi vuole trovare solo colpe del presidente così come il serbo anche secondo me è una scelta del presidente. Però Marcello sui tempi di esonero in buona fede ma ha sbagliato. E lo so che risulto ripetitivo ma fare pep esempio ciò che ha fatto il Crotone con Zenga affiancandogli Carbone o prendendo un team manager che non fosse espressione del tecnico o una figura professionale che vuoi tu forse è ripeto forse avremmo sortito qualche effetto

  3. guarda, io penso che al giorno d’oggi, purtroppo, quando paghi un giocatore 6 milioni già non puoi pensare di aver preso un fenomeno con i prezzi che girano, quindi le illusioni erano fuori luogo.

    Sicuramente entrare in una squadra come il Toro di quest’anno, con i casotti che ha passato non avrebbe facilitato nessuno, non resta che trovare come farlo giocare altrove un anno (formula da trovare), e poi valutarlo….da noi potrebbe fare in questo momento solamente il terzino sinistro, ma a quel punto avrebbe davanti Barreca, Ansaldi o, soprattutto, speriamo il nuovo titolare.(a Laxalt non credo visto il prezzo che avrà questa estate)

  4. Come mio solito, mi astengo da un giudizio DEFINITIVO E “TRANCHANT” su un giovane, quando mancano sufficienti elementi di giudizio.
    Giovanissimo, va per i 23, primo anno in Italia, da rivedere certamente prima di bocciare.
    Molto veloce, calcia molto bene, lo abbiamo visto oltretutto in un contesto di squadra sempre in difficoltà tecnico/tattica.
    Restano 2 problematiche oggettive:
    1) E’ molto leggero (ma anche Verdi era così!) e deve senz’altro strutturarsi un po’.
    2) Da valutare il modulo Mazzarriano per il prossimo anno.

    Cioè, più che per il valore “intrinseco” del giocatore, rischia di essere “quasi inutile” per il contesto in cui si verrebbe a trovare. In questo modulo insomma lui fatica a starci (
    Ma non sono sicuro che nel ruolo oggi di Ljajic (trequartista) non possa funzionare. .. sa anche difendere (ha fatto il terzino)

    PS Non ho scritto via Ljajic e dentro Berenguer; parlo di alternativa in quanto è risaputo serva un eventuale sostituto in ogni ruolo)

Comments are closed.