Ljajic-Derby
Per Ljajic occhio anche alla Cina, il cui mercato chiuderà mercoledì prossimo

Ha passato indenne il mercato italiano, che ha chiuso i battenti a fine gennaio, ma la possibilità di perdere Adem Ljajic non è ancora del tutto scongiurata, anzi. Il calciatore non è più stato utilizzato (non ha ancora visto il campo nel 2018), ed alcuni mercati in Europa e nel mondo sono tutt’ora aperti alle contrattazioni, con il Torino ed altre squadre del nostro calcio che potranno operare cessioni all’estero, tra cui, per ciò che riguarda l’ambiente granata, quella eventuale dell’asso serbo. Tra tutti, il pericolo maggiore arriva dalla Russia, il cui calciomercato chiuderà tra tre giorni, precisamente sabato 24 febbraio (riguardo alla Cina, il termine è mercoledì prossimo): Ljajic appare fuori dai progetti, il suo mancato utilizzo ne è un’amara conferma mentre in Prem’er-Liga sono almeno tre le squadre che hanno manifestato interessi nei suoi confronti. A questo punto potrebbe pesare la volontà del trequartista, che visto chiuso dalle scelte di Mazzarri potrebbe spingere per andare via approfittando delle ultime opportunità per cercare di conquistare un posto in vista dei prossimi mondiali. Se così sarà, il Torino perderà un top player senza neppure avere la possibilità di sostituirlo (una situazione già vista in passato, ndr).