N'koulou
Con la gestione a plusvalenze, un calciatore di questo livello è destinato a palcoscenici diversi. E l’Inter già ci pensa

Il suo arrivo, preso come una scommessa a prezzi vantaggiosi dopo il periodo no al Lione, ha cambiato totalmente volto alla retroguardia granata, e sia per Sinisa Mihajlovic che per Walter Mazzarri, il camerunense si è sempre mostrato indispensabile. Passano Burdisso, Moretti e Lyanco (in attesa di Bonifazi), tutti validi elementi nel reparto, ma la presenza in campo di Nkoulou è stata più che costante, così come il suo rendimento sul campo, in continua crescita. Un vero top player in retroguardia, che Gianluca Petrachi potrà riscattare pagando la “modica” cifra di tre milioni e mezzo. Parliamo di un calciatore di ventisette anni, tra i migliori del panorama calcistico europeo, che in ottica plusvalenze, il sistema di autogestione granata consolidato ormai da parecchi anni, in un futuro si spera non troppo prossimo produrrà un forte introito da reinvestire nel mercato. Chi certamente ha già inserito il suo nome sul taccuino per la prossima stagione è Piero Ausilio, con l’Inter che vorrebbe puntare su di lui come tassello da aggiungere al reparto difensivo di Luciano Spalletti, ma in Europa iniziano a materializzarsi le prime voci di interessi multimilionari verso di lui.