Rauti
Un grande Coppola e la doppietta di Rauti permettono al Torino di battere il Verona nel posticipo

Per il Torino reduce dal ko contro la Roma a Grugliasco, la trasferta di questa mattina a Verona rappresentava una sfida di altissima importanza, da vincere per riprendersi quantomeno la sesta posizione, l’ultima che garantisce l’accesso alla fase successiva per l’assegnazione dello scudetto. E così è stato, seppur a fatica, contro una formazione gialloblu tutt’altro che arrendevole e che già nell’incontro di andata, complice anche un arbitraggio ai limiti dell’ufficio inchieste, aveva espugnato il Filadelfia. A risolvere la pratica, nel giorno dell’esordio del nuovo acquisto Panaioli, questa volta è stato Nicola Rauti, che con una rete per tempo (il primo regalato da un’ingenuità del portiere che lo ha servito al limite, il secondo in contropiede dopo aver rischiato di subire il pari) ha tagliato le gambe ai veronesi, abili però ad approfittare di un momento di rilassamento dei ragazzi di Coppitelli per rientrare in partita con una rete del polacco Kupta. Qualche pericolo abilmente sventato ed un finale di fuoco non impediscono al Torino di ritrovare il sesto posto scavalcando in un sol colpo il Genoa e la Juventus, prossima avversaria in un derby della Mole che promette spettacolo.