NKoulou-esulta
Il difensore granata camerunense Nicola N’Koulou ha stregato il popolo granata

Alzi la mani chi nella scorsa estate non si è domandato chi diavole fosse questo Nicola N’Koulou annunciato a sorpresa dal Torino FC che lo aveva appena prelevato in prestito dal Lione.
E alzi ancora la mano chi non si è preso gioco del suo cognome che nel massimo del rispetto nel nostro “Italiota” ha un suo preciso significato …..
Scherzi a parte, dopo la doverosa premessa Nicolas N’Koulou oggi non è più una sorpresa ma una fantastica e concreta realtà. Una colonna portante della difesa granata.
Nato a Yaoundé nel 1990, N’Koulou si è messo in mostra tra le fila della squadra camerunese Kadji Sports, dove fu notato da alcuni osservatori del Monaco, decisi a farlo approdare nel grande calcio europeo. L’acquisto da parte della società monegasca si concretizza nell’estate del 2007 quando il calciatore viene inizialmente chiamato a far parte del Monaco B. Nell’anno successivo viene aggregato alla prima squadra, dove colleziona 77 presenze in tre anni. La carriera del difensore subisce una svolta positiva quando viene acquistato dal Marsiglia nell’estate del 2011. In Provenza, il camerunese colleziona ben 162 presenze condite da 5 reti, diventando uno dei calciatori più rappresentativi della squadra fino al 2016.
Nell’estate dello stesso anno si ritrova svincolato e si accasa al Lione dove vivrà una stagione agrodolce: inizialmente parte titolare mentre nella seconda parte della stagione viene escluso per scelta tecnica. L’avvento della Coppa d’Africa non ha consentito al calciatore di poter riconquistare la titolarità perduta, anche se gli ha regalato la grande gioia della vittoria finale. Rientrato infortunato dalla competizione, torna sui campi da gioco solamente agli sgoccioli del campionato.
Ma al termine di quella stagione decide che è arrivato il momento di cambiare aria. Ed ecco arrivare l’offerta del Torino immediatamente accettata. Nicolas accetta la sfida e approda in granata con la formula del prestito con diritto di riscatto.
Appena arrivato, mister Mihajlovic gli dà subito difucia e lo getta immediatamente nella mischia conquistando una maglia da titolare che fino ad ora nessuno gli ha mai tolto. Fino ad ora è uno dei giocatori più schierati, anche l’arrivo di Mazzarri non ha messo assolutamente in dubbio la sua titolarità.

N’Koulou attualmente è ancora di proprietà dell’Olympique Lione, il Torino la scorsa estate lo ha preso solamente in prestito dai francesi, il Presidente Urbano Cairo ha la possibilità di riscattarlo per soli 3.5 milioni di euro. Un vero e proprio affare considerando che il suo valore attuale è praticamente lievitato di almeno tre o quattro volte il suo valore.
Dunque riscatto ed il prossimo step sarà quello (si spera) di blindarlo con un contratto molto lungo, perché è con giocatori del suo calibro che si possono davvero ambire a traguardi prestigiosi.
le sue prestazioni non sono certo passate inosservate nel panorama calcistico europeo, ma il Toro ha la possibilità di trattenerlo.

Abile nel gioco aereo come con il pallone tra i piedi, forte fisicamente, attento in fase difensiva, N’Koulou è sicuramente uno dei centrali più forti della storia recente granata, l’erede designato al trono lasciato vacante da Kamil Glik.

24 partite in campionato, 2 in Coppa Italia, sempre titolare mai sostituito, mai squalificato. N’Koulou è molto più di un giocatore chiave per questo Torino.