Iago Falque
Insostituibile Iago Falque, lo spagnolo è l’oro del Toro

Se oggi ti chiedi su chi il Toro non può fare assolutamente a meno, il nome che ti balza immediatamente alla mente è quello del numero 14, lo spagnolo Iago Falque.
Giocatore completo, instancabile, silenzioso, ligio al dovere, mai domo e sempre pronto al sacrificio. Iago è il giocatore che tutti gli allenatori vorrebbero avere.
Massima considerazione da parte di Mihajlovic ieri e da Mazzarri oggi.
Lo puoi mettere come esterno, come trequartista, come seconda punta, addirittura a centrocampo e sei certo che lui non tradirà mai le aspettative.
E proprio ieri contro l’Udinese ha svolto ben tre dei quattro ruoli sopra citati. E’ partito come ala destra, suo abituale ruolo, poi con l’inserimento di Moretti ha fatto il trequartista nel 3-4-1-2 e poi dopo con l’ingresso di Ansaldi la seconda punta a fianco di Belotti.
I numeri parlano chiaro e non mentono, tra campionato e coppa Italia 27 presenze, 11 gol e 7 assist. Tanta tantissima roba.
Giocatore da Nazionale eppure il ct spagnolo Julen Lopetegui continua inspiegabilmente a snobbarlo. E’ vero che nelle furie rosse ci sono giocatori del calibro di Callejon, Vitolo Iago Aspas e Suso, ma obiettivamente oggi il nostro Iago che cos’ha in meno dei sporacitati campioni? Proprio nulla.
Eppure lui, Iago quando interpellato sulla questione non è mai fatto un dramma. Lui pensa a scendere in campo, a giocare e a dare il massimo. Poi spetta ad altri decidere.
Giocatore imprevedibile, cinico sotto porta ma allo stesso tempo caratterizzato da una lodevole propensione al sacrificio ed alla fase difensiva. Una pedina ormai fondamentale per il Toro.
Obiettivo Europa con i colori granata e chissà che poi non arrivi a sorpresa ed inaspettata la chiamata per i Mondiali. Il giusto premio per un grande professionista come lui.

Avanti così Iago !

Nel frattempo Iago si gode i successi con il Toro e li celebra sui social :