Niang-Nkoulou
Ai granata lo scontro diretto per un piazzamento europeo. In gol Belotti e anche N’Koulou nel primo tempo

Solo buone notizie per il Torino di Mazzarri che davanti al proprio pubblico ha battuto 2-0 l’Udinese in una sfida importante per il piazzamento in Europa. I granata, ora saliti a quota 36 punti, dopo il gol di Barak annullato ai friulani con il Var, hanno trovato una rete per tempo. Vantaggio di N’Koulou al 32′ sugli sviluppi di un calcio d’angolo battuto da Iago Falque. Al 66′ poi ci ha pensato Belotti con un coast-to-coast a chiudere il match.

I sorrisi e gli applausi a fine partita sono tutti per Belotti. Più della vittoria in sé, forse, è proprio il ritorno al gol del bomber granata la notizia più bella per Mazzarri. Una rete voluta con rabbia, costruita in una corsa contro tutto e tutti per sessanta metri e conclusa con un diagonale lucido e vincente come ai tempi migliori. Il sigillo alla partita giocata con intelligenza dal Torino, controllata dopo un inizio difficile e cambiata dopo il gol annullato a Barak con l’ausilio del Var. Il terzo successo consecutivo in casa certifica la ripresa definitiva del Toro: la cura Mazzarri funziona. Per Oddo, invece, il periodo dorato sembra finito.

Una vittoria meritata quella dei granata che, guidati da Frustalupi in panchina al posto dello squalificato Mazzarri, hanno saputo soffrire nella prima parte di gara per poi prenderne il controllo, soprattutto a centrocampo. A far la differenza è stata l’aggressività del centrocampo torinista con Rincon, Obi e Baselli mai in difficoltà nonostante l’inferiorità numerica contro il reparto a cinque bianconero, ma bravi ad accorciare la fetta di campo da coprire. Bucati da Barak al 17′, dopo la traversa su punizione di Iago Falque e quella di testa di Lasagna dall’altra parte, a salvare la situazione ci ha pensato il Var che ha permesso all’arbitro Abisso di annullare la rete per il fuorigioco di Maxi Lopez. Un episodio che ha riscritto il destino del match, cambiato definitivamente con il colpo di testa di N’Koulou sugli sviluppi di un corner al 32′: palla all’angolino e vantaggio.

La partita dell’Udinese, ed è questo ciò che deve preoccupare Oddo maggiormente, termina praticamente qui. Nella ripresa succede poco o nulla nonostante l’inserimento di Perica e De Paul, anzi, il tecnico dei friulani è stato costretto a perdere Lasagna per infortunio. Di pericoli per Sirigu però nemmeno l’ombra e il canto del Gallo, al minuto 66′, ha fatto calare il sipario con mezz’ora di anticipo sul match. Lanciato da De Silvestri in uscita difensiva, Belotti ha preso palla quindici metri all’interno della propria metà campo, cavalcando e dribblando prima Nuytinck e poi Samir fino al diagonale vincente del 2-0. Contro tutto e tutti, di fisico e rabbia.

 TABELLINO TORINO-UDINESE 2-0

TORINO (4-3-3): Sirigu; De Silvestri, N’Koulou, Burdisso, Molinaro; Baselli, Rincon, Obi (17’ Moretti); Falque, Belotti (43′ st Berenguer), Niang (26’ st Ansaldi). A disposizione: Ichazo, Coppola, Bonifazi, Valdifiori, Ljajic, Edera, Barreca. Allenatore: Frustalupi

UDINESE (4-3-1-2): Bizzarri; Zampano, Samir, Nuytinck, Widmer; Larsen (34’ st Hallfredsson), Behrami (22’ st De Paul), Barak; Jankto; Lasagna (9’ st Perica), Maxi Lopez. A disposizione: Scuffet, Borsellini, Angella, Fofana, Ingelsson, Pontisso, Pezzella, Balic. Allenatore: Oddo

ARBITRO: Abisso di Palermo

MARCATORI: 32’ pt N’Koulou (T), 21’ st Belotti (T)

NOTE: Ammoniti: Burdisso (T), Rincon (T), Hallfredsson (U). Angoli: 7-3 per il Torino. Recupero: 3’ pt, 5’ st