Tardivi gli ingressi di Aramu in Serie B e di De Luca in Serie C

CAMPIONATI ESTERI
Dopo il periodo di assenza dovuto all’infortunio, ritorna in campo il laterale sinistro brasiliano Danilo Avelar, schierato dall’inizio nel ko dell’Amiens in casa del Bordeaux, prova certamente sufficiente la sua (90′, voto 6). Ancora assente Carlao con l’Apoel che vola in campionato con il 7-1 rifilato al fanalino di coda dell’Ethnikos Achnas. Oggi è in programma anche la penultima giornata contro il Pafos (anche nell’occasione, comunque, non sarà presente).

SERIE A
Ottimo pareggio del Crotone in casa contro l’Atalanta, con il granata Arlind Ajeti che subentra a metà ripresa nell’inedito ruolo disegnato per lui da Zenga di centrocampista aggiunto. Lui risponde alla grande fornendo l’assist del gol di Mandragora che per poco non vale i tre punti (22′ ,voto 6.5).

SERIE B
L’Entella materializza il successo vitale in casa della Ternana dopo l’ingresso in campo di Mattia Aramu, che parte ancora dalla panchina ma subentra a metà ripresa dando maggior vitalità alla manovra della formazione ligure (23′, voto 6.5). Un’altra panchina per Matteo Procopio nel positivo pareggio della Cremonese in casa del Carpi.

SERIE C
Torna ad indossare i panni del titolare Gianluca Piccoli nel ko interno del Ravenna contro il Fano, prova sostanzialmente positiva in mediana per tutto l’incontro, nonostante il risultato (90′, voto 6). Pari senza reti per il Bassano in casa dell’Albinoleffe, mantenendo la posizione in zona play off, buona prova per Abou Diop in campo dall’inizio per gran parte della gara (77′, voto 6). Nell’undici iniziale anche Leonardo Candellone con l’Alto Adige che cade in casa contro il Gubbio, sua ex squadra: il granata si comporta bene sradicando palloni a centrocampo facendo ripartire l’azione e sfiorando la rete con una conclusione dal limite disinnescata dal portiere in due tempi, nella ripresa il cambio arriva troppo presto per quello che stava facendo vedere (56′, voto 6). Ancora una sconfitta per il Renate, che dall’arrivo di Manuel De Luca non conosce più la vittoria: l’attaccante granata parte dalla panchina subentrando ad inizio ripresa, pericolo costante per la difesa avversaria senza però riuscire a segnare, ma disputando una parte di gara all’altezza (45′, voto 6.5). Rimane in panchina Giovanni Graziano (Fermana-Teramo 4-2), stessa gara in cui si registra l’esordio di Matteo Rossetti nel finale per i marchigiani (7′, voto ng).