Belotti-vs-Bologna
L’anno scorso Toro travolgente al Grande Torino, Bologna schiantato da una tripletta del Gallo Belotti

Quante cose possono cambiare nell’arco di una stagione. L’anno scorso contro il Bologna un super Toro allenato da Sinisa Mihajlovic polverizzò il Bologna con un perentorio 5-1. Mattatore del match il Gallo Belotti autore di una tripletta e con il lusso di permettersi di sbagliare pure un rigore. Ma la scorsa stagione alla seconda giornata era un altro Toro. Un Toro feroce ed affamato e con un Belotti che mostrava solo un antipasto di ciò che sarebbe stato nel corso della stagione.
Dopo due partite di campionato già 4 gol messi a segno e ben due rigori sbagliati.
Domani invece sarà un Toro-Bologna completamente diverso. Una rosa alla ricerca di identità dopo un girone di ritorno altalenante, il fresco esonero di Mihajlovic, la prima di Walter Mazzarri e un Torino orfano di Belotti infortunato.
Presto per dire se domani si vedranno già gli effetti del cambio di guida tecnica, ma di certo ci si attende una reazione rabbiosa da chi scenderà in campo.

In attesa della gara di domani, gustiamoci il Rewind di quel Toro-Bologna della scorsa stagione.

28 Agosto 2016 – Stadio Grande Torino – Ore 20.45

Il ‘Gallo’ canta tre volte e sarebbero state quattro se Mirante non gli avesse parato il secondo rigore in otto giorni dopo Donnarumma a San Siro. Il Torino, trascinato dal suo bomber Belotti, fresco di convocazione in Nazionale, travolge con cinque gol il Bologna vincendo meritatamente un match apparso subito con poca storia. Nei primi 45′ di gioco infatti Belotti segna due volte anche se Taider aveva siglato il momentaneo 1-1. Nella ripresa i granata straripano e calano il poker con Martinez e Baselli. Poi il penalty che Belotti sbaglia, ma da grande campione l’attaccante si rifà e sigla la sua tripletta personale che con il gol del Meazza fanno 4 in due giornate di A.

SEGNA BELOTTI, RISPONDE TAIDER – 4-3-3 per entrambe le squadre. Mihajlovic recupera sia Iago Falque sia Ljajic per l’attacco: con loro c’è Belotti. A centrocampo largo ai giovani Baselli e Benassi. In difesa Bovo viene preferito a Rossettini. Donadoni lascia in panchina Krejci per inserire Rizzo nel tridente formato anche da Destro e Verdi. In mezzo al campo Pulgar, Dzemaili e Taider. La gara è scoppiettante fin dai primi minuti e Belotti dopo 9′ impegna da fuori Mirante. Risponde subito Taider con un sinistro che termina di poco sul fondo. All’11’ Verdi si libera in area a destra e poi a giro la pizza col sinistro, ma la sfera si spegne in out. Al 24′ gran giocata di Ljajic che semina il panico in area emiliana fin quando serve Belotti che viene murato. In questa azione però il serbo si fa male e deve lasciare il posto a Martinez. Al 28′ ecco il vantaggio dei padroni di casa: lancio dalla sinistra in area per De Silvestri che dal fondo destro la crossa per la testa di Belotti che fa 1-0. Passa un minuto e Baselli si fa rubare palla a centrocampo da Taider che avanza, nessuno lo ferma e dal limite col destro pareggia.

Belotti-gol-vs-Bologna
IL ‘GALLO’ SCATENATO – Ma il Torino insiste e Martinez sulla sinistra non fa rimpiangere Ljajic per impegno e corsa. Al 36′ solo il muro eretto da Krafth gli nega la gioia di un probabile gol. Ma il raddoppio giunge puntuale al 38′ quando Belotti viene servito in area, defilato a destra, da una rimessa laterale; Oikonomou non riesce a fermare il ‘Gallo’ che di potenza infila ancora una volta Mirante. Il tempo si chiude con Dzemaili pericoloso in area, ma lo svizzero non tira cercando invece Destro e la difesa chiude.

Martinez-gol-vs-Bologna

GLORIA ANCHE PER MARTINEZ E BASELLI – Dopo 8′ di secondo tempo il Torino si porta sul 3-1: azione a destra di Iago Falque, palla in area e colpo di tacco di Benassi a prolungare sul secondo palo dove arriva Martinez a impattare. A questo punto Donadoni tenta di correre ai ripari e inserisce Krejci al posto di Rizzo e Nagy per Dzemaili. Ma cambia poco perché la difesa ospite continua a subire e Mirante si deve superare su Martinez all’11’. Per il Torino entra Acquah al posto di Benassi e il neo entrato al 26′ va vicino alla rete con un tiro di potenza dal limite che Mirante respinge. Al 35′ il poker è servito: regalo di Pulgar a Boyè, subentrato da pochissimo, che in area assiste Baselli per il più facile dei gol.

Baselli-gol-vs-Bologna

BELOTTI SEMPRE PROTAGONISTA – Al minuto 38 Belotti lotta in area come se fosse il primo di gioco e Pulgar lo mette giù: rigore netto. Dopo l’errore di domenica scorsa contro il Milan, il bomber granata vuole rifarsi ma anche stavolta trova in Mirante il sosia di Donnarumma, ovvero un ostacolo insuperabile. Il ‘Gallo’ però è in serata di grazia e si fa perdonare al 43′: Vives penetra in area a sinistra, palla al centro dove arriva Belotti che segna e si porta a casa il pallone. Buio pesto invece sul Bologna.

TORINO – BOLOGNA 5-1 (2-1)
Torino
: Padelli, De Silvestri, Bovo, Castan, Molinaro, Benassi (al 68′ Acquah), Vives, Baselli, Iago Falque (al 77′ Boyé), Belotti, Ljajic (al 26′ Martinez). A disposizione: Ichazo, Gomis, Zappacosta, Maxi Lopez, Rossettini, Obi, Barreca, Moretti, Tachtsidis. All.: Mihajlovic.
Bologna: Mirante, Kraft, Oikonomou, Gastaldello, Masina, Taider (al 76′ Di Francesco), Pulgar, Dzemaili (al 55′ Nagy), Verdi, Destro, Rizzo (al 55′ Krejci). A disposizione: Da Costa, Sarr, Morleo, Crisetig, Mounier, Cherubin, Mbaye, Brienza. All.: Donadoni.
Arbitro: Rocchi di Firenze.
Reti: Belotti 28′, 38′, 89′ (T), Taider 32′ (B), Martinez 53′ (T), Baselli 80′ (T).
Spettatori: 17.077 di cui 5.888 paganti per un incasso di 143.234 euro e 11.189 abbonati per una quota partita di 133.856 euro.
Note: Serata gradevole, terreno in buone condizioni; ammoniti Pulgar, Bovo e Gastaldello tutti per gioco falloso. Calci d’angolo 6-3 per il Torino, recupero 1′ pt, 3′ st. All’84’ Belotti ha fallito un calcio di rigore, parato dal portiere bolognese Mirante: si tratta del secondo rigore cnosecutivo fallito dall’attaccante granata dopo quello di Milano di domenica scorsa. Esordio in maglia granata per Iago Falque e Castan. Prima del fischio d’inizio osservato un minuto di silenzio in memoria delle vittime del terremoto che ha colpito il centro Italia. Quella con il Bologna é la prima vittoria in gare di campionato da quando é stato ribattezzato in Grande Torino.