Ecco le pagelle granata dei vari quotidiani sulla sfida di Benevento

Tuttosport

SIRIGU 7,5 INSUPERABILE
Quattro parate salvano il Toro prima dell’acuto di Iago: al 22’ su Ciciretti, al 44’ su Coda e nella ripresa neutralizza Cataldi e Lazaar.

DE SILVESTRI 6 PUNTUALE
Attraversa un buon periodo di forma. Non farà fuoco e fiamme, però si sovrappone a Iago con puntualità e contiene D’Alessandro e Lazaar.

N’KOULOU 6  ORDINATO
In qualche circostanza pare capitan Tentenna, però ha la personalità per rimediare. E se il Toro ha preso solo un gol in 3 gare è pure merito suo.

MORETTI 6,5 SICURO
Ha maturato una capacità fuori dal comune di farsi trovare nella posizione ideale, sia sulla trequarti che nella propria area: Lyanco può… attendere.

MOLINARO 5.5  SPENTO
Festa in sordina per le 200 in A. Non il modo migliore per tenere a distanza Barreca, il suo concorrente nella sinistra della difesa granata.

RINCON 6 TENACE
Lotta, sbuffa, prende un giallo (il 2° in campionato) che non merita. Sbaglia qualcosa, ma tocca mille palloni, ripiega e riparte. Partita di sostanza.

OBI N.G. FRAGILE
Out dopo 10’ per l’ennesimo infortunio muscolare. Acquah (10’ pt) 5.5 Pure lui ko per un guaio. Baselli (12’ st) 7 Entra e il Toro cambia marcia.

IAGO FALQUE 6,5 DECISIVO
Insufficiente fin quando si accende e piazza la zampata vincente. Buca Belec e consegna 3 punti con il suo primo gol in campionato (12 l’anno scorso).

LJAJIC 6.5  ESSENZIALE
Il serbo celebra le sue 200 in A con l’assist risolutivo. Non al top, ma con una singola giocata conferma di avere qualità sopra la media.

NIANG 5,5 IMPRECISO
Alla prima in granata, ci sta che non sia brillante: sarà comunque decisivo, per le sorti del Toro. Berenguer (28’ st) 5 Delude ancora.

BELOTTI 6 TRASCINATORE
Sul gol di Iago si porta appresso mezza difesa e apre lo spazio decisivo per il taglio del compagno. Basta e avanza per tornare a casa con i tre punti.

gazzetta

SIRIGU 7,5
E’ insuperabile, davvero determinante. Respinge con prontezza di riflessi i tentativi di Ciciretti, Coda e Lazaar: da solo, mantiene in piedi il Torino.

DE SILVESTRI 6,5
Non si fa sorprendere da D’Alessandro e spinge con profitto.

N’KOULOU 6
Ha il coraggio di uscire palla al piede. E talvolta rischia.

MORETTI 6,5
Bella chiusura su Iemmello. Guida bene il reparto.

MOLINARO 5
Barcolla più volte nei duelli con Ciciretti.

RINCON 5,5
E’ falloso anche quando non sarebbe necessario.

OBI s.v.

ACQUAH 6
Fa filtro e cerca di avviare la costruzione del gioco. Infortunato come Obi.

BASELLI 6,5
Al rientro, quasi sorprende per il dinamismo che assicura. E arriva pure al tiro.

IAGO FALQUE 7
Appena sufficiente per 93’, illumina la scena con una conclusione da grande attaccante.

LJAJIC 6,5
Inventa per i compagni, è sempre nel vivo del gioco, tenta di duettare con Belotti. Suo l’assist per Iago.

NIANG 6
Alla prima partita con i compagni, non incide. In avvio di ripresa, punge in progressione.

BERENGUER 5,5
Convince poco ma entra nella fase più critica.

BELOTTI 5,5
Gli arrivano pochi rifornimenti. Ma, comunque, non è intraprendente, partecipa poco.

ALL. MIHAJLOVIC 6
Se il Torino non subisce gol per due partite di fila, allora forse gli spifferi in fase difensiva cominciano a ridursi.

LaStampa

SIRIGU 7,5
Grandi voli su Ciciretti, Coda e Lazaar. In una sola partita, decisivo quasi come l’Hart di un anno intero. Sbaglia solo un’uscita.

DE SILVESTRI 6
D’Alessandro lo brucia subito due volte. Si rifà spingendo molto e bene, specie nel primo tempo.

NKOULOU 6
Roccia che ogni tanto si concede qualche licenza. Veniale.

MORETTI 6,5
Un «giallo» esagerato e un pallone consegnato a Coda che poteva fare male. Impeccabile, per il resto.

MOLINARO 5,5
Tra il Venuti arrembante e il Ciciretti sterzante, primi 45’ molto sofferti. Comprese le sovrapposizioni con Niang che portano a poco. Un po’ meglio, poi.

RINCON 5,5
Al centro del gioco, ma con ritmi blandi e passaggi a vuoto rischiosi.

SV OBI
Al primo scatto si ferma toccandosi la coscia sinistra. Ci risiamo
(dal 10’ pt ACQUAH 5,5: caotico, anche lui ko per noi muscolari; dal 12’ st BASELLI  6,5: accende la luce. Bentornato).

IAGO FALQUE 6,5
Sciupa la miglior occasione di un 1° tempo timido. Ripresa idem, fino al gol che salva lui e

LJAJIC 6,5
Il più vivo per 45’, pur tirando persino troppo (e non vedendo un Falque solissimo).
Sparisce dopo l’intervallo, riemerge in extremis per l’assist vincente. Classe pura, quella che il Toro gli chiede.

NIANG 5,5
Debutto macchinoso, con una valanga di palloni persi (22 possessi su 56). Due lampi a inizio ripresa, esce provato (dal 28’ st BERENGUER  5: non ne azzecca una).

BELOTTI 5,5
In versione azzurro stinto. Con Lucioni che gli ruggisce addosso e senza rifornimenti adeguati, si rifà nel finale tornando a combattere da par suo.

Repubblica

SIRIGU 7.5
Nel primo tempo sfodera i primi due interventi super del suo campionato. La punizione di Ciciretti è una perla, la respinta è all’altezza; prima della pausa si ripete sul destro velenoso di Coda.

DE SILVESTRI 6
Il voto è la media fra le difficoltà difensive sulle scorribande di D’Alessandro e le frequenti galoppate verso il fondo.

N’KOULOU 6 Partita diligente, in cui controlla la posizione senza commettere errori gravi ma senza iniziative di rilievo.

MORETTI 7 Fra i migliori anche stavolta, inappuntabile in ogni intervento. Viene ammonito dopo la mezz’ora per un fallo di mano. Nella ripresa prende un duro colpo da Iemmello, ma non molla.

MOLINARO 5.5 Duecentesima presenza in serie A vissuta con qualche stento di troppo. Fa le prove di sintonia con l’ultimo arrivato Niang ma si deve guardare le spalle per le giocate imprevedibili di Ciciretti.

RINCON 5.5 Si sposta quasi subito sul centro-sinistra partendo molto arretrato per coprire Obi prima e Acquah poi. Ammonito all’8′ della ripresa, è già al secondo giallo della sua stagione.

Obi sv la sua partita dura otto minuti. Poi, al primo scatto, la coscia sinistra lo costringe all’abbandono. E non è certo la prima volta. (10′ pt Acquah 5.5, il campo pesante dovrebbe agevolare le sue giocate basate sulla forza fisica. Invece incide poco e si infortuna anche lui alla coscia sinistra. 12′ st Baselli 6 è appena rientrato ma è già il migliore del reparto).

IAGO FALQUE 7 Partenza a rilento: annaspa nel diluvio e inizia a giocare soltanto quando smette di piovere. Fino alla giocata decisiva, quella rasoiata che arriva nel recupero e che sposta gli equilibri.

LJAJIC 6.5 In avvio incide poco ma almeno ci prova. Distribuisce carezze qua e là ma vuol mettere la propria impronta nella partita numero 200 in serie A. E se nelle prime due partite era stato il granata a correre di più, con oltre dieci chilometri di media a partita, stavolta indovina l’assist decisivo.

NIANG 6 Gioca tantissimi palloni, ma non tutti bene. Ha la qualità per diventare decisivo ma deve inserirsi nel gruppo. (28′ st Berenguer 5.5 anche stavolta non convince).

BELOTTI 5 Non sfonda e non sembra neppure convinto come nei giorni migliori. Stavolta il Gallo proprio non canta.