Niang

Tira e molla serrato fra Torino e Milan, ma Mihajlovic vuole solo Niang

Un esterno forte e di qualità, questo l’ultimo tassello importante che serve al Toro per chiudere in bellezza questa estenuante sessione estiva di calciomercato.
Appurato finalmente che Belotti resterà in granata e che si stanno ultimando le ultime uscite degli esuberi, ora serve il grande colpo, la ciliegina sulla torta, l’innesto che almeno in linea teorica possa darti quel qualcosa in più e la consapevolezza che da domani questo Toro è competitivo e può veramente ambire all’obiettivo Europa.
Il nome è uno solo e risponde a M’Baye Niang.
L’attaccante francese in uscita dal Milan è l’obiettivo principe, il nome in cima alla lista dei desideri di Sinisa Mihajlovic. Il tecnico serbo ha avuto modo di allenarlo proprio nella sua parentesi milanista e il giocatore ha espresso il suo miglior calcio proprio con Sinisa che riabbraccerebbe con grande piacere.
Insomma, il Toro vuole Niang e Niang vuole il Toro.
Resta da sciogliere il nodo del prezzo. Il tira e molla va avanti da parecchio tempo, il club rossonero, vuole liberarsi del giocatore, ormai un esubero in rotta per giunta con la tifoseria.
Ma per contro non vuole svenderlo a sta facendo sospirare il Toro.
Ieri le parti si sono sensibilmente avvicinate, il Milan resta fermo sulla richiesta di 20 milioni e Cairo sceso in campo in prima persona ha rilanciato con 15 bonus compresi.
Mai così tanto si era spinto il patron granata, ma in verità, con il tesoretto di oltre 30 milioni in cassa, uno sforzo economico può essere anche fatto pur di accrescere sensibilmente il tasso tecnico della squadra e avere fra le mani un Toro molto ambizioso.
Tra la domanda e l’offerta ballano circa due milioni di euro.
Mancano ormai poche ore alla fine del mercato, ma c’è da scommettere che quella di oggi sarà una giornata molto calda e intensa.
Sperando che alle 23 di stasera si possa stappare una bottiglia di Champagne e non di gassosa per togliersi l’amaro dalla bocca ….